Autore:
Giulio Scrinzi

GLI ERRORI SI PAGANO Kimi Raikkonen ha deluso le aspettative di tutti i ferraristi sul circuito di Spa-Francorchamps: dopo aver iniziato alla grande il weekend, grazie forse a una mente più libera dovuta alla recente firma del contratto per il prossimo anno, il finlandese della Ferrari non è riuscito a migliorare la posizione conquistata in qualifica. Quarto è partito, quarto è arrivato al traguardo: cos'è successo nel mezzo? Non ha visto le bandiere gialle esposte all'uscita della Radillon per via della RB13 di Verstappen parcheggiata a bordo pista, ha tenuto il piede sull'acceleratore e la direzione gara gli ha inflitto uno stop & go di dieci secondi. Gli errori si pagano in Formula 1, a caro prezzo...

KIMI RAIKKONENIl risultato della mia gara non è stato il massimo: ho faticato molto con le gomme soft e solo alla fine sono riuscito a superare Bottas grazie alla doppia scia sfruttata sul rettilineo del Kemmel. La mia penalità? I giudici hanno avuto sicuramente le loro buone ragioni, ma non credo di aver tenuto un comportamento pericoloso: la Red Bull di Verstappen era già al sicuro dietro le barriere e la pista era libera. Non ho creato alcun pericolo, quindi non capisco proprio il perchè mi è stata inflitta!”.


TAGS: formula 1 kimi raikkonen f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp belgio