Autore:
Luca Cereda
Pubblicato il 17/09/2014 ore 09:56

UNO PER CENTO No, 100 km con un litro di benzina non sono un miraggio. Non secondo Renault, almeno, che al Salone di Parigi presenta la concept Eolab, capace di consumi così frugali ed emissioni di soli 22 g/km di CO2 grazie a un’aerodinamica spinta (il coefficiente di resistenza aerodinamica è pari 0.235) e tante tecnologie innovative. Dice sempre Renault, questo prototipo monta in tutto 100 nuove tecnologie che vedremo col tempo sulle prossime vetture della Régie.

VITASNELLA E’ leggera, la Renault Eolab. Grazie a materiali come l’alluminio e il magnesio (per il tetto, che incide per soli 4 chili) e soluzioni quali un cofano fisso e un parabrezza più sottile dettate da una dieta forzata. Totale: 955 chili, 400 in meno di una Clio, per capirci. Per avvicinarsi ai fatidici 100 con un litro, poi, un’altra mano la dà l’aerodinamica di questa compattina, plasmata per tagliare l’aria in modo furbo ma debitamente munita di spoiler anteriore attivo, flap, ruote attive che aprono feritoie per raffreddare i freni e sospensioni attive con regolazione automatica dell’altezza pronte ad ottimizzare l’aerodinamica.

TRE, IL NUMERO PERFETTO Il terzo ingrediente è l’ibrido Z.E. Hybrid, che sulla Renault Eolab consiste in un sistema composto da mille a tre cilindri, una batteria da 6,7 kWh e una trasmissione senza frizione a tre rapporti, compatta, economica, capace di coprire tutti i range di velocità del mezzo, che integra il motore elettrico. Questo tipo di cambio, dice Renault, garantirebbe economie di peso e costi rispetto ai CVT o ai doppia frizione solitamente abbinati all’ibrido. Quanto alle prestazioni, il motore termico della Eolab produce 75 cv e 95 Nm, mentre l’elettrico (che può funzionare da solo o insieme al mille) offre 50 kW e 200 Nm.

SFIDA A MEDIO TERMINE Con questa ricetta, Renault, a detta sua, arriverà nel corso di una decina d’anni a mettere sul mercato un’ibrida di segmento B abbordabile nei costi e, soprattutto, estremamente frugale nei consumi e pulita nelle emissioni (che nei prossimi anni dovranno rispettare normative via via sempre più stringenti). E raccoglie la sfida di costruttori come Volkswagen (ricordate la XL1?) e Peugeot (a Parigi ci sarà anche la 2008 Hybrid Air), già al lavoro su progetti analoghi. 


TAGS: renault auto novita salone di parigi 2014 eolab