Autore:
Luca Cereda

UN POCO ALLA VOLT … teaser dopo teaser, continua a mostrare qualcosa di sé. Ma solo il prossimo 12 gennaio, in occasione del Salone di Detroit 2015, la Chevrolet Volt 2016 farà outing completo, raccontandoci come cambia una delle pioniere di una rivoluzione, quella dell’elettrico, ancora restìa ad ingranare. La nuova Volt proverà a dare una scossa migliorando il proprio “pacchetto” e – si dice – abbassando il prezzo d’accesso (incentivi esclusi) di qualche migliaio di dollari. Intanto, aspettando l’ora della passerella d’onore, ha fatto capolino al CES per un saluto, mostrando in anteprima il nuovo volto e parte della silhouette.

VOLT…A FACCIA Guardando negli occhi la Chevrolet Volt 2016 si scorge un’inedita aggressività. Se infatti, in passato, spettava alla Opel Ampera, sua sorella gemella, vestire i panni della sportiva mentre la Volt provava a smorzare l’impatto del cambiamento tecnologico indossando abiti civili (seppur originali), ora anche l’americana punta sulla presenza scenica. Occhi più vispi, luci diurne a led e una doppia razione di griglia catalizzano lo sguardo su un muso puntuto e certamente riconoscibile. Quanto alle linee della carrozzeria, aspettiamoci un Volt più coupé che berlina, col tetto che si abbassa improvvisamente sopra la testa dei passeggeri in seconda fila.

ALLA PROSSIMA…VOLT Gli aggiornamenti più attesi, però, sono sul fronte tecnologico, dove però, per il momento, si ragiona sulle indiscrezioni trapelate in questi ultimi giorni. La Volt duepuntozero monterà una batteria LG Chem più capace (si dice del 20%) ma anche più leggera (-13 chili), un sistema propulsore ad autonomia estesa in cui la coppia di motori elettrici dediti alla trazione peseranno meno (nell’ordine dei 45 chili) e garantiranno maggiore efficienza, mentre a garantire alla Volt un chilometraggio da maratoneta ci penserà un nuovo 4 cilindri 1.5 litri a iniezione diretta. Ulteriori dettagli sono rimandati all’apertura del NAIAS 2015.


TAGS: chevrolet volt 2016