Autore:
Paolo Sardi
Pubblicato il 17/01/2012 ore 16:02

VARIE CONCAUSE Se fino ad oggi le auto elettriche hanno avuto una partenza a livello di vendite un po’ in sordina è per la somma di più fattori. Se in parte incide sicuramente la ridotta autonomia assicurata dalle batterie, un certo peso lo ha anche l’assenza d’infrastrutture che agevolino e avvantaggino chi dovesse decidere di dire addio al benzinaio di fiducia. Last but not least, ultimo ma non meno importante, c’è poi il discorso prezzi: fino a oggi le auto elettriche hanno sempre avuto costi d’acquisto quasi proibitivi, tanto che le formule del leasing o del noleggio a lungo termine rappresentano una soluzione difusa.

STAGIONE DI SALDI Per i primi due aspetti, al momento, c’è poco da fare, mentre sul fronte economico qualche segnale positivo si vede, almeno in casa Peugeot. Quelli del Leone, già soddisfatti del successo della iOn (4.000 esemplari consegnati e 6.000 ordini) hanno deciso di riposizionare la macchina sul mercato, dando una bella sforbiciata al prezzo. Ora la Peugeot iOn Active può essere acquistata a 30.387 euro (corrispondenti a 24.700 iva esclusa). In listino spunta però anche una versione “base” inedita, chiamata Access, priva del climatizzatore e del sistema di ricarica rapida, proposta a 28.318 euro (22.900 iva esclusa). A partire dal mese di aprile, infine, la Peugeot iOn sarà commercializzata anche con una nuova batteria a 80 celle (quella attuale ne ha 88), che promette tempi di ricarica inferiori (5 ore e mezza anziché 6) a parità di autonomia (150 km).


TAGS: peugeot ion access active