Tregua armata a Losail tra Mercedes e Red Bull
F1 2021

Tregua armata a Losail tra Mercedes e Red Bull


Avatar di Simone Valtieri , il 19/11/21

1 settimana fa - Wolff e Horner hanno abbassato i toni, ma la tensione è palpabile

Nella conferenza stampa che li ha visti protagonisti, i team principal Toto Wolff e Christian Horner hanno abbassato i toni, ma la tensione è palpabile
Benvenuto nello Speciale QATARGP 2021, composto da 22 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario QATARGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TEMA DEL GIORNO La notizia di oggi nel mondo della Formula 1, più che le schermaglie in pista tra Red Bull e Mercedes nel corso delle prime due sessioni di prove libere, è stata il rigetto, da parte della FIA, dell'appello presentato dalla Mercedes contro la manovra di Max Verstappen su Lewis Hamilton in Brasile. Questo è stato solo l'ultimo dei tanti casus belli tra le due compagini che si stanno giocando i titoli mondiali del 2021 e che, a tre gare dal termine, sono ancora totalmente ingarellate per l'iride. 

F1 GP Brasile 2021, Interlagos: Max Verstappen (Red Bull) e Lewis Hamilton (Mercedes) F1 GP Brasile 2021, Interlagos: Max Verstappen (Red Bull) e Lewis Hamilton (Mercedes)

DISILLUSIONE Subito dopo le FP1, i due team principal delle squadre interessate, Toto Wolff per la Mercedes e Christian Horner per la Red Bull, si sono confrontati in una conferenza stampa dai toni molto pacati, durante la quale è arrivato il verdetto sul ricorso. Wolff ha commentato a caldo: ''Era completamente previsto, ma il nostro scopo è stato raggiunto, visto che volevamo semplicemente innescare una discussione sulla materia perché probabilmente sarà un tema importante nelle prossime gare. Non pensavamo davvero che sarebbe andato in porto''.

VEDI ANCHE



NO A PRECEDENTI Nella sentenza per la Mercedes c'è comunque un riconoscimento dalla FIA che non avevamo visto in passato, come per esempio con la questione che vide protagonista la Ferrari nell'istanza di revisione contro la vittoria tolta a Sebastian Vettel in Canada nel 2019. In quell'analogo ricorso, le tematiche proposte da Maranello furono tutte archiviate, mentre oggi gli stewards hanno concesso alla casa tedesca di aver ragione sul fatto che il filmato fosse indisponibile agli steward al momento della decisione e, soprattutto, rilevante, ma che non sarebbe cambiato nulla. In pratica si è scelto di abbassare i toni e di non creare un precedente scomodo, ossia modificare a tavolino un risultato acquisito in pista.

Max Verstappen (Red Bull) e Lewis Hamilton (Mercedes) nella conferenza stampa del GP del Brasile 2021 Max Verstappen (Red Bull) e Lewis Hamilton (Mercedes) nella conferenza stampa del GP del Brasile 2021

CAMERA CAR Ma cosa conteneva il video in questione? Il camera car di Verstappen al momento incriminato, ovviamente, quello che non si era visto in gara poiché la telecamera ruotava dal volante per seguire il sorpasso, e che è stato portato all'attenzione degli steward dalla Mercedes. Nel video si nota che il pilota olandese ha percorso la traiettoria esterna alla curva volontariamente, lo si scapisce dal movimento delle mani di Max. In ogni caso i due team principal non se la sono mandata a dire, senza comunque aggredirsi. 

GOMITATE... Horner a un certo punto, ha esemplificato la situazione in modo chiaro, senza tanti giri di parole e lasciando da parte il proverbiale aplomb britannico: ''Non c'è alcuna relazione. C'è competizione. C'è rispetto. Io non devo andare a cena con lui, o baciargli il cu*o, ci sono altri capi squadra che potrebbero, ma dal mio punto di vista è una gara, ed è fantastico che stia andando così''. Sulla questione ha chiuso la partita ancora Wolff: ''Siamo in un ring e stiamo cercando di fare del nostro meglio, ora i gomiti si possono usare perché le regole consentono di farlo''. Vedremo se domenica basteranno le gomitate o si passerà ai cazzotti, come già avvenuto nel corso della stagione.


Pubblicato da Simone Valtieri, 19/11/2021
Tags
Gallery
QatarGP 2021
Logo MotorBox