Autore:
Simone Valtieri

PARTENZA FORTE La Formula 1 riparte a Barcellona, con il primo giorno di test invernali 2019 sul Circuito della Catalunya. Dopo le prime 4 ore in pista c'è la Ferrari di Sebastian Vettel davanti a tutti. Il tedesco è sceso in pista presto con la SF90 e le gomme C2 (le seconde più dure a disposizione) per una decina di giri verso le 9.30, dunque con temperature ancora molto basse, e si è subito espresso su buoni livelli chiudendo con il miglior tempo di 1'20"920 il suo primo long run. Poi i tempi sono rapidamente scesi per il tedesco che una volta calzate le C3 (l'equivalente della Soft 2018) è sceso più volte fino all'ottimo 1'18"161 finale, un tempo già di tutto valore. Vettel è stato anche il pilota più presente in pista, con ben 72 giri all'attivo.

BOTTAS NASCOSTO Il secondo più veloce della mattina è stato Sergio Perez con la Racing Point (l'ex Force India), il pilota messicano con una mescola analoga a quella del leader, si è fermato a 1'19"944 con appena 20 giri nel pallottoliere. Ovviamente la mattinata di oggi è stata completamente dedicata da tutti i team a prendere confidenza con le nuove auto, sia in termini di setup che di sistemi. Tutte le monoposto hanno girato a lungo con griglie, sensori e alettoni "sporchi" di flow-viz, la vernice di paraffina che rileva i flussi aerodinamici. Tra i primi a scendere in pista la Mercedes con Valtteri Bottas, che si è limitato a raccogliere dati e testare tutte le componenti della sua auto prima di spingere un po' e fermare i cronometri sull'1'20"127 ottenuto però con mescola C2 (un tempo analogo al migliore di Vettel con stessa mescola, prima che passasse alla C3).

BENE L'ALFA ROMEO Kimi Raikkonen è stato invece protagonista di un fuoripista alla curva 5 senza conseguenze per la sua Alfa Romeo, presentata pochi minuti prima in pitlane. Il finlandese ha così potuto riprendere la via della pista e fermare i cronometri su un ottimo 1'20"160 ottenuto con le gomme C3 che lo colloca in quarta posizione in questa mattinata a una manciata di millesimi da Bottas. E sugli stessi tempi si è fermato anche Max Verstappen, quinto con la Red Bull per la prima volta in pista con il rumorosissimo motore Honda. Chiudono la lista dei tempi Sainz con la McLaren-Renault, Hulkenberg con la Renault, Grosjean con la Haas (autore di appena 18 giri prima che la sua auto si fermasse in pista, causando la seconda bandiera rossa della mattina dopo quella di Raikkonen), e Kvyat con la Toro Rosso. 

PROBLEMI WILLIAMS Unica assente della mattinata la Williams, che aveva pianificato il debutto in pista per la giornata di domani, ma che non sarà pronta a scendere sul tracciato prima di mercoledì. A dirlo la team principal Claire Williams in un risicato ma preoccupante comunicato in cui spiega che la FW42 non è ancora in condizioni di scendere in pista. L'appuntamento per il pomeriggio è alle 14 con il debutto stagionale di Lewis Hamilton con la Mercedes e Daniel Ricciardo con la Renault. Clicca qui per seguire live i tepmi di questa quattro giorni di test.

Tempi Day 1 - Mattina.

Pos Pilota Team Tempo Gap Giri
1 Sebastian Vettel Ferrari 1'18"161   72
2 Sergio Perez Racing Point 1'19"944 +1"783 20
3 Valtteri Bottas Mercedes 1'20"127 +1"966 69
4 Kimi Raikkonen Alfa Romeo 1'20"160 +1"999 46
5 Max Verstappen Red Bull 1'20"174 +2"013 52
6 Carlos Sainz McLaren 1'20"430 +2"269 56
7 Nico Hulkenberg Renault 1'20"980 +2"819 65
8 Romain Grosjean Haas 1'21"500 +3"339 18
9 Daniil Kvyat Toro Rosso 1'21"732 +3"571 35

 


TAGS: alfa romeo ferrari mercedes red bull vettel Raikkonen verstappen bottas test f1 Test Barcellona 2019 Test F1 2019 F1 testing Test F1 Barcellona 2019 Test Barcelona F1