Autore:
Simone Valtieri

BEFFATO Giornata di lavoro intensa oggi per Kimi Raikkonen, a lungo in vetta alla cronotabella fino a pochi minuti dal termine della sessione pomeridiana, quando Daniil Kvyat gli ha soffiato primo posto e copertine dei pezzi di oggi. Poco male per il finlandese, non proprio un amante dei riflettori, sebbene le sue dichiarazioni nel retrobox del team Alfa Romeo Racing, siano state seguite da un nugolo di giornalisti.

TANTI GIRI Il finlandese ha parlato poco, come sempre, dicendosi soddisfatto della giornata, andata in archivio con 138 giri nel pallottoliere (il più attivo oggi) e un miglior tempo di 1'17"762 realizzato con la mescola C5, la più morbida in assoluto tra quelle preparate dalla Pirelli per il mondiale di Formula 1 2019. "È stato tutto piuttosto semplice" - ha spiegato Kimi - "È ancora presto e c'è tanto lavoro da fare sul setup. Però abbiamo fatto una discreta quantità di giri e ovviamente vogliamo farne sempre di più, abbiamo semplicemente provato cose diverse."

BUONA BASE Raikkonen non scende comunque nello specifico, e d'altra parte, da uno di poche parole come lui, non ci si sarebbe aspettato diversamente. "Abbiamo provato cose normali che serviranno la prossima settimana, abbiamo cercato il setup, ne capiremo qualcosa di più quando spingeremo un po' più a fondo la prossima settimana. Aspettative? Non ne ho, cercheremo solo di fare del nostro meglio. Quest'auto è un buon punto di partenza, c'è ancora molto su cui lavorare ma è andata abbastanza bene."

Foto realizzate da Stefano Arcari e Andrea Lorenzina

 

 

 


TAGS: alfa romeo ferrari Raikkonen test f1 Test Barcellona 2019 Test F1 2019 F1 testing Test F1 Barcellona 2019 test barcellona f1