Autore:
Salvo Sardina

KIMI A SORPRESA Conclusi due giorni chiaramente nel segno della Ferrari, l’Alfa Romeo Racing è salita in cattedra proprio sullo scadere della sessione mattutina del day-3 di test F1 a Barcellona. Una soddisfazione che è toccata al campione del mondo 2007 Kimi Raikkonen, unico uomo nel 2019 a spingersi al di sotto della barriera dell’1:18. 1:17.762 il giro più veloce dell’ex ferrarista, sceso in pista con la mescola più morbida del lotto Pirelli, la C5 caratterizzata dalla scritta rossa senza strisce..

VETTEL CON I CERCHI… MERCEDES Il finlandese ha tolto lo scettro del migliore di giornata proprio al vecchio compagno di squadra. Sebastian Vettel aveva infatti fermato i cronometri sull’1:18.350 – ma con gomme C3, due step più dure di quelle usate da Kimi – pregustando la possibilità di confermare una Ferrari al vertice per la quinta sessione consecutiva. Al di là della classifica, abbastanza irrilevante in questa fase, il tedesco può comunque essere soddisfatto del lavoro svolto: non solo, con 80 giri alle spalle, la SF90 è stata la seconda monoposto più attiva della sessione, ma ha anche portato in pista dei nuovi cerchioni chiaramente ispirati a quelli, contestatissimi dalle squadre ma ritenuti leciti dalla Fia, usati dalla Mercedes a fine 2018.

BOTTAS STACANOVISTA La vettura che ha speso più tempo di tutte in pista è stata quella di Valtteri Bottas, impegnato al volante mentre il compagno Hamilton (che girerà nel pomeriggio) era in conferenza stampa nella hospitality del team anglo-tedesco. Il finnico ha completato 88 passaggi, effettuando dei run piuttosto lunghi con gomme “gialle” C3. Lavorando, però, con alti carichi di carburante e in configurazione gara, chiudendo in nona e ultima posizione con il crono di 1:20.693.

GLI ALTRI Terzo alle spalle di Raikkonen e Vettel è Nico Hulkenberg, sul piede dell’1:18.800 con le Pirelli “rosse” C4 ma senza l’ausilio del Drs dopo i problemi patiti ieri da Ricciardo. Al quarto posto si è installato Daniil Kvyat, seguito a ruota da un Max Verstappen poco impegnato in pista e spesso al volante con vistosi sensori volti alla verifica dei flussi aerodinamici. Mattinata non liscissima neppure per la McLaren che, dopo oltre due ore ai box, ha completato solo 27 giri con Carlos Sainz. Ancora rimandato l'esordio della Williams, anche se in tarda mattinata si è intravisto un po’ di movimento nel box della scuderia di Grove. Si avvicina, dopo la pausa pranzo, la possibilità di assistere al debutto ufficiale di George Russell e della FW42.

Test F1 Barcellona, day 3 - tempi del mattino

Pos Pilota Auto Tempo Gap Giri Gomma
1 Kimi Raikkonen Alfa Romeo-Ferrari 1'17"762   64 C5
2 Sebastian Vettel Ferrari 1'18"350 +0"588 80 C3
3 Nico Hulkenberg Renault 1'18"800 +1"038 63 C4
4 Max Verstappen Red Bull-Honda 1'18"899 +1"137 48 C3
5 Pietro Fittipaldi Haas-Ferrari 1'19"249 +1"487 33 C4
6 Carlos Sainz McLaren-Renault 1'19"354 +1"592 48 C3
7 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1'19"507 +1"745 27 C3
8 Sergio Perez Racing Point-Mercedes 1'20"102 +2"340 43 C3
9 Valtteri Bottas Mercedes 1'20"693 +2"931 88 C3

TAGS: alfa romeo williams ferrari mercedes red bull mclaren vettel Raikkonen verstappen bottas test f1 Test Barcellona 2019 Test F1 2019 F1 testing Test F1 Barcellona 2019 test barcellona f1