Autore:
Giulio Scrinzi

RECORD BREAKER Prima ha lasciato sfogare Valtteri Bottas nel venerdì di libere, ma poi ha fatto capire ai propri avversari che avrebbe lasciato loro solamente le briciole in questo decimo round stagionale sul circuito di Silverstone. Dopo la sensazionale pole position del sabato, la sua 67esima a un solo passo dal record di Michael Schumacher, Lewis Hamilton ha centrato in gara il suo quinto successo, anzi, il suo quinto Grand Chelem di carriera, perchè è stato in grado anche di firmare il nuovo primato della pista inglese (1'30''905) dominando la corsa dal primo all'ultimo giro. In questo modo il britannico della Mercedes ha eguagliato il record di Jim Clark e di Alain Prost, entrando sempre più di diritto nella Hall of Fame dei piloti più forti di tutti i tempi.

DOPPIETTA MERCEDES E se tutto questo non era abbastanza, ci ha pensato il suo compagno di squadra a coronare un weekend praticamente perfetto per la Mercedes. Valtteri Bottas, infatti, è scattato di nuovo molto bene dalla sua nona posizione in griglia, per poi rendersi protagonista di una splendida rimonta fino al secondo posto d'onore sotto la bandiera a scacchi. Con questo ennesimo uno-due, il reparto corse di Brackley ha fatto di nuovo doppietta, allungando in classifica Costruttori: ora sono 55 i punti di margine sul diretta rivale, la Ferrari, che oggi ha accusato un'amara sconfitta che potrebbe essere decisiva per il Mondiale.

RAIKKONEN SALVA LA FERRARI Ma cos'è successo alle Rosse di Maranello? Le due monoposto del Cavallino Rampante hanno semplicemente azzardato troppo durante la corsa e hanno pagato un degrado delle gomme diventato insostenibile nel finale della corsa. Tant'è che a due giri dal termine la SF70H di Kimi Raikkonen, saldamente in seconda posizione, è andata incontro alla foratura della gomma anteriore sinistra per un problema di blistering. Tornato prontamente ai box, il finlandese è riuscito a limitare i danni terminando la sua fatica sul gradino più basso del podio.

DESTINO CRUDELE Stranamente, lo stesso problema si è presentato un passaggio più tardi anche sulla Ferrari del suo compagno di squadra, un Sebastian Vettel che, al contrario di Raikkonen, non ha potuto fare nulla se non proseguire la sua corsa fino al traguardo in una mesta settima posizione. Caso curioso o destino crudele per la Scuderia di Maranello? Questo inconveniente potrebbe essere dovuto alla furiosa lotta con Max Verstappen, che ha costretto il muretto ad anticipare il suo pit-stop al 14esimo giro... Ma congetture a parte, l'unica certezza è che questo risultato ha decimato il suo vantaggio in classifica Piloti da Hamilton, ora ridotto a un solo, misero, punto.

RED BULL COMBATTIVA Chi ha approfittato della debaclè della Ferrari di Vettel è stata sicuramente la Red Bull, capace di piazzare Max Verstappen al quarto posto e seguito dal fenomenale Daniel Ricciardo, quinto dopo essere partito dalla penultima posizione in griglia. E davanti a Sebastian, ha sopreso anche la straordinaria prestazione della Renault di Nico Hulkenberg, capace di terminare il suo GP d'Inghilterra in una preziosissima sesta posizione.

TUTTI GLI ALTRI Hanno poi chiuso la top ten le due Force India di Esteban Ocon (ottavo) e di Sergio Perez, nono a precedere la prima delle Williams di Felipe Massa. È rimasto escluso per poco dai primi dieci l'unica McLaren superstite di Stoffel Vandoorne, 11esimo davanti a entrambe le HAAS di Kevin Magnussen e di Romain Grosjean. Male le Toro Rosso, con il solo Daniil Kvyat 14esimo e autore dopo un solo giro di mettere fuori gioco il compagno di squadra Carlos Sainz Jr. È andata peggio a Jolyon Palmer, nemmeno partito per un problema idraulico alla sua RS17 nel giro di formazione, e a Fernando Alonso, vittima dell'ennesimo forfait della power unit Honda della sua MCL32.

ORDINE DI ARRIVO Qua di seguito l'ordine di arrivo del GP d'Inghilterra, ospitato sul circuito di Silverstone.

PILOTA SCUDERIA
1. Lewis Hamilton Mercedes
2. Valtteri Bottas Mercedes
3. Kimi Raikkonen Ferrari
4. Max Verstappen Red Bull Racing
5. Daniel Ricciardo Red Bull Racing
6. Nico Hulkenberg Renault
7. Sebastian Vettel Ferrari
8. Esteban Ocon Force India
9. Sergio Perez Force India
10. Felipe Massa Williams
11. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda
12. Kevin Magnussen HAAS
13. Romain Grosjean HAAS
14. Marcus Ericsson Sauber
15. Daniil Kvyat Toro Rosso
16. Lance Stroll Williams
17. Pascal Wehrlein Sauber

CLASSIFICA PILOTI Questa la classifica piloti aggiornata al decimo round stagionale.

PILOTA TEAM PUNTI
1. Sebastian Vettel Ferrari 177
2. Lewis Hamilton Mercedes 176
3. Valtteri Bottas Mercedes 154
4. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 117
5. Kimi Raikkonen Ferrari 98
6. Max Verstappen Red Bull Racing 57
7. Sergio Perez Force India 52
8. Esteban Ocon Force India 43
9. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 29
10. Nico Hulkenberg Renault 26
11. Felipe Massa Williams 23
12. Lance Stroll Williams 18
13. Romain Grosjean HAAS 18
14. Kevin Magnussen HAAS 11
15. Pascal Wehrlein Sauber 5
16. Daniil Kvyat Toro Rosso 4
17. Fernando Alonso McLaren-Honda 2
18. Jolyon Palmer Renault 0
19. Marcus Ericsson Sauber 0
20. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 0
21. Antonio Giovinazzi Sauber 0

CLASSIFICA COSTRUTTORI Questa la classifica costruttori aggiornata al decimo round stagionale.

SCUDERIA PUNTI
1. Mercedes 330
2. Ferrari 275
3. Red Bull Racing 174
4. Force India 95
5. Williams 41
6. Toro Rosso 33
7. HAAS 29
8. Renault 26
9. Sauber 5
10. McLaren-Honda 2

TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 F1 2017 max verstappen daniel ricciardo formula 1 2017 f1 2017 gp inghilterra