Pubblicato il 01/12/20

TERZO POSITIVO Dopo Sergio Perez e Lance Stroll, la Formula 1 riscontra un terzo caso di positività stagionale al Covid-19. E, stavolta, si tratta della sua superstar Lewis Hamilton, fresca di undicesima vittoria nel Gran Premio del Bahrain a coronare un 2020 letteralmente dominato in lungo e in largo. Il sette volte campione del mondo di casa Mercedes ha effettuato ben tre tamponi la scorsa settimana risultando negativo anche a quello di domenica sera dopo la gara.

GP Bahrain 2020, Sakhir: Lewis Hamilton (Mercedes), Max Verstappen (Red Bull)

SALTA SAKHIR Lunedì mattina, l’inglese si è però svegliato con qualche sintomo influenzale ed è dunque risultato positivo al nuovo tampone. Lewis, che riscontra comunque sintomi lievi, prima dell’arrivo in Bahrain ha avuto contatti con una persona poi risultata positiva. Al momento il pilota Mercedes, comunque in buone condizioni di salute generale, si trova in isolamento e sta seguendo tutte le istruzioni sanitarie previste dalle autorità del Bahrain. Impossibile un recupero prima del weekend, con la casa di Stoccarda che annuncerà a breve il suo sostituto.

F1 GP Bahrain 2020, Sakhir: Lewis Hamilton (Mercedes AMG F1)

PARLA LEWIS Il commento di Lewis Hamilton alla vicenda è arrivato direttamente tramite i suoi canali social: ''Sono molto dispiaciuto di non poter prendere parte al prossimo weekend di gara. Sin da quando abbiamo cominciato il campionato, lo scorso luglio, io e il mio team abbiamo preso tutte le precauzioni possibili e seguito tutte le regole in ogni situazione, in modo di assicurarci di restare al sicuro. Sfortunatamente, anche se sono stato testato per ben tre volte nei giorni scorsi con tamponi sempre negativi, ieri mattina mi sono svegliato con qualche sintomo e ho richiesto un altro test, stavolta risultato positivo. Sono subito andato in autoisolamento e ci resterò per almeno dieci giorni. Sono distrutto dal non poter partecipare alla prossima gara ma la mia priorità è seguire tutti i protocolli di sicurezza e proteggere chi mi sta intorno. Sono fortunato perché mi sento bene e i sintomi sono lievi, farò del mio meglio in questi giorni per mantenermi allenato e in salute. Per favore, fate attenzione perché la prudenza con questo virus non è mai troppa. Viviamo in un momento difficile per tutti e dobbiamo prenderci cura di noi stessi e degli altri''.

HAMILTON POSITIVO AL COVID-19: CHI SARÀ IL SOSTITUTO?

VANDOORNE IN POLE Come è ovvio in questi casi, impazza il toto-nomi per il rimpiazzo di Hamilton. Lewis sicuramente salterà il Gran Premio di domenica prossima e potrebbe – la malattia ha un decorso molto diverso da paziente a paziente e non sono mancati casi di positività molto lunghe, come accaduto ad esempio a Valentino Rossi e Cristiano Ronaldo – essere costretto a saltare anche il GP conclusivo della stagione ad Abu Dhabi. Il favorito nella scala di successione è ovviamente Stoffel Vandoorne, ex pilota McLaren nonché alfiere Mercedes in Formula E, in questi giorni impegnato nei test precampionato di Valencia. Il belga, che ha corso 42 gare nella massima serie prima di passare alle monoposto elettriche a fine 2018, ha debuttato in F1 proprio in Bahrain nel 2016 per sostituire l’infortunato Fernando Alonso ed è ufficialmente il pilota di riserva della scuderia di Brackley.

Formula E ePrix Berlino-6 2020: Stoffel Vandoorne (Mercedes) con il trofeo della pole position

HULKENBERG E GUTIERREZ In subordine, da non sottovalutare anche l’opzione di rivedere in macchina – e sarebbe la quarta volta quest’anno – Nico Hulkenberg, ormai il prototipo del sostituto ideale pronto a ogni evenienza. Il tedesco è senza dubbio, tra quelli proposti, il pilota più affidabile e in forma avendo già corso 3 gare in questa stagione con una monoposto motorizzata Mercedes. Ma, allo stesso tempo è dato ormai molto vicino alla Red Bull per sostituire Albon, quindi non è così scontato che Mercedes voglia prendere un pilota che potrebbe poi accordarsi con i diretti rivali. Da non escludere anche la carta Esteban Gutierrez: il messicano è pilota del simulatore Mercedes ma non guida in F1 dal lontano 2016 e di sicuro avrebbe un adattamento complicato a una generazione di monoposto mai provata in carriera.

F1 GP Eifel 2020, Nurburgring: Nico Hulkenberg (Racing Point) prima della partenza

SUGGESTIONE RUSSELL Di sicuro suggestiva oltre che “a portata di mano” visto che il pilota si trova già in Bahrain, di affiancare George Russell a Valtteri Bottas per una sfida diretta in ottica 2022. Una pista comunque difficile, visto che il giovane inglese è sotto contratto con la Williams e, oltre a lasciare comunque un sedile libero sulla monoposto di Grove, rischierebbe di bruciarsi in un confronto diretto con un pilota che conosce benissimo squadra, procedura e macchina. Difficile, insomma, pensare che Toto Wolff, a campionato ormai ampiamente finito per la squadra, possa spingere per far correre un rischio del genere a un ragazzo che sta crescendo benissimo ma che ha comunque bisogno di tempo e pazienza.


TAGS: mercedes formula 1 lewis hamilton f1 Coronavirus CoViD-19 F1 Sakhir SakhirGP 2020 F1 Bahrain