GP Arabia Saudita: perché la Red Bull è ottimista dopo le libere
F1 2021

Il primo assaggio del circuito di Gedda regala ottimismo alla Red Bull: "È incoraggiante"


Avatar di Luca Manacorda , il 04/12/21

8 mesi fa - La pista si è rivelata migliore del previsto per il team austriaco

La pista di Gedda si è rivelata migliore del previsto per il team austriaco che spera di dare filo da torcere alla Mercedes
Benvenuto nello Speciale SAUDIARABIANGP 2021, composto da 21 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SAUDIARABIANGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SCOPERTA PIACEVOLE La prima giornata sul circuito di Gedda, talmente nuovo che fino a poche settimane fa era ancora completamente un cantiere, è servita ai team per scoprire realmente come fosse la sede del GP Arabia Saudita. Le prove libere del venerdì hanno visto la Mercedes ottenere i migliori tempi, ma in casa Red Bull c'è comunque molto più ottimismo rispetto alla vigilia del weekend. Il tracciato si è dimostrato leggermente diverso rispetto alle aspettative e le curve sono più impegnative del previsto, rendendo meno influente il vantaggio dato dal motore ''razzo'' degli avversari.

MENO POTENZA A spiegare i motivi dell'ottimismo Red Bull è stato il team principal Chris Horner: ''Le curve sono un po' più strette di quanto suggerito dai dati. Non c'è tutta quell'enfasi sulla potenza che pensavamo ci fosse, quindi è incoraggiante. Abbiamo visto che c'è un decimo o due tra le vetture e tra i piloti. Su questo tipo di circuito è un margine che puoi recuperare e questo è davvero incoraggiante per noi''. Max Verstappen ha accusato rispettivamente un ritardo di 56 e 195 millesimi dalle miglio prestazioni di Lewis Hamilton nelle due sessioni disputate.

IL FATTORE ALA Un altro aspetto che sembra giocare a favore della Red Bull è relativo ai nuovi test sull'ala posteriore introdotti dalla FIA a partire dallo scorso weekend di gara in Qatar. Il team austriaco è convinto che in questo modo si stiano evitando possibili vantaggi trovati dai rivali tramite soluzioni molto al limite del regolamento: ''Penso che dopo l'introduzione del nuovo test abbiamo visto una convergenza sulla velocità di punta. Abbiamo visto velocità molto simili anche qui. Quindi è incoraggiante e, spero, rimarrà così per tutto questo weekend e anche per il prossimo''.

VEDI ANCHE


F1, GP Arabia Saudita 2021: Max Verstappen (Red Bull) F1, GP Arabia Saudita 2021: Max Verstappen (Red Bull)

GOMME DA ASSECONDARE Nel corso delle prove libere, è emersa più di una difficoltà nel far lavorare correttamente le gomme morbide. Un aspetto cruciale in vista di qualifiche e gara che Horner ha così riassunto: ''Ci siamo sentiti molto forti con la gomma dura, mentre più morbida era la mescola, più la gomma diventava una diva capricciosa da innescare e dalla quale ottenere il massimo. Dall'ascolto dei team radio non credo che siamo i soli in questa situazione. Penso che ci siano stati altri che hanno faticato per portare l'auto nella giusta finestra ma, una volta sbloccata, si vede che c'è molta prestazione lì''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 04/12/2021
Tags
SaudiArabianGP 2021
Logo MotorBox