Pubblicato il 25/10/20

LA MIGLIOR FERRARI I risultati sono ancora piuttosto lontani da quelli che i tifosi si aspettavano prima dell’inizio della stagione. Eppure, un piccolo aggiornamento dopo l’altro in seguito a un periodo di apparente immobilismo, la Ferrari sta progredendo. Già nelle scorse settimane avevamo visto una SF1000 certamente più competitiva sul giro secco, mentre in Portogallo, oltre alla conferma dei passi in avanti in qualifica, è arrivata quella che può essere considerata come la gara migliore della stagione se non per risultati quantomeno per la consistenza mostrata sul passo. Una giornata che lascia dunque moderatamente soddisfatti gli uomini capitanati da Mattia Binotto.

F1 GP Portogallo 2020, Portimao: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari)

PODIO NON POSSIBILE Il team principal della Ferrari – qui l’ultima imitazione di Maurizio Crozza – ai microfoni di Sky ha però escluso la possibilità per Leclerc di giocarsi il podio, nonostante il monegasco fosse cronometricamente in lotta (almeno fino al passaggio alle gomme Hard): “Non credo che il podio fosse possibile. Abbiamo centrato il quarto posto e siamo soddisfatti per il ritmo. Oggi la macchina si è comportata bene anche sulla distanza, sia con le Medium che con gli pneumatici più duri. Sarei stato curioso di vedere il comportamento della macchina con le Soft visto che le Medium sono durate molto più del previsto. Non ci aspettavamo, prima della gara, che fosse possibile fare una sola sosta con gialle e poi rosse. Però siamo contenti così, la macchina si è comportata bene e siamo arrivati davanti a quelli che oggi sono i nostri concorrenti diretti. Era importante perché abbiamo fatto alcune modifiche che sono una scelta in direzione dello sviluppo per il prossimo anno. Ci aspettavamo delle risposte e sono arrivate”.

F1, GP Portogallo 2020: Sebastian Vettel (Ferrari)

LECLERC E VETTEL Se la nota positiva è il passo gara, quella non certo esaltante è la differenza prestazionale tra i due piloti. Così, mentre Leclerc a tratti sembrava in grado di impensierire il terzo posto di Verstappen, Vettel lottava a centro gruppo riuscendo a portare infine a casa soltanto un punto. “Sebastian, partendo un po’ più dietro – ha aggiunto Binotto – ha comunque rimontato qualche posizione e, quando ha avuto pista libera, ha potuto tenere un ritmo discreto. La differenza tra i due? Le macchine sono assolutamente identiche e su questo non c’è dubbio. Io spero che Vettel possa fare una buona qualifica a Imola, partire un po’ più avanti e far valere un po’ di più la sua capacità di guida anche in gara. Certo, Charles è uno molto bravo, però ci si aspetta qualcosa di più da un secondo pilota”.

F1 GP Portogallo 2020, Portimao: Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Scuderia Ferrari)

SULLA GIUSTA STRADA Parole oneste, certo, nei confronti di un quattro volte campione del mondo che ancora in questa stagione non è quasi mai riuscito a far valere le proprie doti velocistiche mostrandosi talvolta quasi arrendevole dinanzi alla sfida nella guida della SF1000. A proposito, i miglioramenti sembrano portare il team di Maranello nella giusta direzione: “Sono fiducioso per il futuro ma anche curioso di vedere se potremo confermare a Imola la prestazione vista oggi a Portimao. Il percorso credo che sia quello giusto o, perlomeno, la direzione presa è quella che consideriamo essere corretta. Quindi, sappiamo che strada intraprendere, sappiamo in che direzione andare in questo momento. Sì, stiamo spingendo il più possibile anche e soprattutto pensando all’anno prossimo”.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel f1 scuderia ferrari Charles Leclerc mattia binotto SF1000 GP Portogallo F1 Portimao PortugalGP 2020