GP Messico 2021, le pagelle
F1 2021

F1 GP Messico 2021, le pagelle della gara disputata all'Hermanos Rodriguez


Avatar di Luca Manacorda , il 07/11/21

3 settimane fa - Le pagelle di MotorBox sul GP Messico 2021

Max Verstappen ribalta l'esito delle qualifiche e vince in Messico, precedendo uno stoico Lewis Hamilton
Benvenuto nello Speciale MEXICOGP 2021, composto da 18 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MEXICOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI CITTA' DEL MESSICO Se dopo le qualifiche era la Red Bull a mangiarsi le mani, dopo la gara è la Mercedes a rimuginare sui propri errori. Il disastro di Valtteri Bottas al via apre la strada verso una facile vittoria a Max Verstappen nel Gp Messico e toglie dalla lotta al vertice proprio il finlandese. Lewis Hamilton riesce a limitare i danni, resistendo alla pressione dell'eroe di casa Sergio Perez, ma la strada verso l'ottavo titolo si fa tremendamente in salita. Scopriamo promossi e bocciati del GP Messico con le nostre consuete pagelle!

F1, GP Messico 2021: la partenza della gara F1, GP Messico 2021: la partenza della gara

MAX VERSTAPPEN - VOTO 9 Il suo capolavoro lo compie al via, trovando il varco all'esterno lasciato colpevolmente aperto da Bottas e riprendendosi la prima posizione con la staccata di curva 1. Da lì in poi è una trionfale cavalcata verso la nona vittoria stagionale, mai messa in discussione. Autoritario.

LEWIS HAMILTON - VOTO 8 In Messico la Mercedes non è all'altezza della Red Bull e il pasticcio di Bottas al via cancella subito quell'inaspettato regalo ricevuto dalla Red Bull in qualifica. Hamilton lotta ancora una volta con le unghie e con i denti e respinge gli attacchi di Perez, conservando un secondo posto che limita i danni in una domenica che poteva essere pesantissima per le sue speranze di titolo. Resiliente.

SERGIO PEREZ - VOTO 8 Il suo inseguimento a Hamilton manda in visibilio i 140.000 accorsi all'Hermanos Rodriguez. Bravo come sempre nella gestione delle gomme, sfrutta uno stint iniziale molto lungo per riportarsi nei giri finali con gomme più fresche in scia a Hamilton, riuscendo ad arrivare in zona DRS ma senza mai trovare il modo di sferrare un attacco davvero pericoloso. La sua rimane un'ottima prestazione in supporto a Verstappen. Profeta in patria.

F1, GP Messico 2021: Lewis Hamilton inseguito da Sergio Perez F1, GP Messico 2021: Lewis Hamilton inseguito da Sergio Perez

PIERRE GASLY - VOTO 8 Senza particolari patemi, il francese porta agevolmente a casa il quarto posto, al volante di un'AlphaTauri apparsa molto competitiva ai 2.200 m di Città del Messico. L'assenza di battaglie per la posizione non deve screditare l'ennesima solida prestazione di Gasly in questa stagione. Beata solitudine.

CHARLES LECLERC - VOTO 7,5 Sfrutta il caos al via per salire dall'ottava alla quinta posizione. Non riesce mai davvero a impensierire Gasly, poi nella seconda parte di gara accusa qualche problema con le gomme e cede, con un po' di riluttanza, la posizione a Sainz. Posizione che lo spagnolo gli restituisce negli ultimi giri una volta compreso che l'AlphaTauri era imprendibile anche per lui. Risarcito.

CARLOS SAINZ - VOTO 7 Perde un paio di posizioni nelle concitate fasi iniziali, ma dopo la Safety Car è bravo a superare subito Giovinazzi, non perdendo troppo tempo da Leclerc. Prova ad andare più lungo con il primo stint, poi si rifà sotto al monegasco e ottiene il via libera per provare l'inseguimento a Gasly. Arriva fino a 6 secondi dal francese, prima di desistere e restituire la posizione al compagno di squadra. Affidabile.

VEDI ANCHE



F1, GP Messico 2021: Charles Leclerc precede Carlos Sainz F1, GP Messico 2021: Charles Leclerc precede Carlos Sainz

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 7 Guadagna un paio di posizioni rispetto a quella di partenza grazie soprattutto al contatto tra Bottas e Ricciardo. Pur senza fare cose vistose, guida in maniera solida evidenziando tutta la differenza di rendimento tra lui e il compagno di squadra Stroll, arrivando non troppo distante dalle Ferrari. Sornione.

KIMI RAIKKONEN - VOTO 7 Partiva accanto a Vettel e come l'ex compagno di squadra termina due posizioni più in alto. L'ottavo posto finale pareggia il miglior risultato della stagione e conferma come Iceman sia ancora in grado di dire la sua anche a 42 anni. Inossidabile

FERNANDO ALONSO - VOTO 7 Chiude il terzetto di iridati e anche per lui si tratta di una prestazione positiva, soprattutto considerando la disastrosa eliminazione al termine della Q1 in qualifica e un'Alpine apparsa non particolarmente in forma. Riparatore

LANDO NORRIS - VOTO 6,5 Un weekend di sofferenza per il britannico, costretto a partire dal fondo della griglia per via della penalità motore. Riesce a restare fuori dal caos innescato da Ricciardo e con pazienza e dedizione risale il gruppo fino al decimo posto, consentendo alla McLaren di conquistare almeno un punticino che a fine anno potrebbe essere prezioso nel duello con la Ferrari. Certezza

ANTONIO GIOVINAZZI - VOTO 6,5 Bravissimo al via, si ritrova in sesta posizione dopo il caos in curva 1. Nella prima parte di gara è molto veloce, tanto da conservare la settima posizione nonostante la pressione di Vettel, senza perdere troppo terreno dal treno Ferrari. Poi, ancora una volta, una decisione quantomeno discutibile del muretto Alfa Romeo lo richiama molto presto al box per il pit stop e lo rimanda in pista alle spalle del duo Ricciardo-Bottas. Da quel momento perde man mano terreno dai piloti in lizza per la zona punti e si deve accontentare dell'ennesimo undicesimo posto. Sogno sfumato.

F1, GP Messico 2021: Antonio Giovinazzi seguito da Sebastian Vettel F1, GP Messico 2021: Antonio Giovinazzi seguito da Sebastian Vettel

DANIEL RICCIARDO - VOTO 4,5 Era partito bene, ma forse si è fatto troppo ingolosire dall'occasione ed è arrivato a ruote bloccate alla prima staccata, colpendo un Bottas non certo brillante e rompendo l'ala anteriore. Da lì in poi, fa curiosamente gara di coppia con il compagno di sventure, senza mai mostrare un passo competitivo. Una domenica da dimenticare in fretta.

ESTEBAN OCON - VOTO 5 La retrocessione sulla griglia di partenza non prometteva certo un weekend di gloria, ma il francese non è mai apparso in grado di dare un senso alla sua trasferta messicana, limitandosi a battagliare con i piloti di fondo classifica. Impalpabile

LANCE STROLL - VOTO 4,5 Anche lui uno dei retrocessi in griglia di partenza, non fa nulla per cercare di cancellare il ricordo dell'incidente nelle qualifiche. Il confronto con Vettel in questo weekend è impietoso e nelle prime fasi di gara rischia di combinare un'altra frittata arrivando vicino a tamponare Ricciardo. Rimandato.

VALTTERI BOTTAS - VOTO 3,5 In partenza riesce a compiere il delitto perfetto per le speranze Mercedes: non chiude la porta a Verstappen, poi entra troppo timido in curva 1 e finisce in testacoda dopo essere stato colpito da Ricciardo. In meno di due curve trasforma in un incubo la domenica sua e del suo team, passando il resto della gara a seguire l'australiano. Mezzo voto in più per il giro veloce ottenuto, con gran fatica e dopo due pit stop per montare le gomme morbide, proprio all'ultimo giro, utile per togliere il punto bonus a Verstappen. Deleterio.

F1, GP Messico 2021: Valtteri Bottas si gira in testacoda dopo il contatto con Daniel Ricciardo F1, GP Messico 2021: Valtteri Bottas si gira in testacoda dopo il contatto con Daniel Ricciardo

GEORGE RUSSELL - VOTO 6 La Williams vista in Messico non era gran cosa e il britannico può far poco per ottenere un piazzamento dignitoso, in una situazione resa ancora più complicata dal cambio KO che gli ha fatto saltare una sessione di libere e lo ha costretto a partire appena davanti ai 4 piloti retrocessi per sostituzione della power unit. Lotta con grinta, ma subisce un gran numero di sorpassi. Incolpevole.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 5 Anche lui affonda assieme alle prestazioni Williams, ma rispetto a Russell fa ben poco per limitare i danni, prendendo un distacco notevole dal compagno di squadra. Inerme.

NIKITA MAZEPIN - VOTO 6,5 È l'unico pilota a venire doppiato ben 3 volte, ma nelle prime fasi di gara prova l'ebbrezza di lottare per le posizioni appena fuori dalla top 10. Contro gli attacchi degli avversari può ben poco, ma è bravo a non commettere irregolarità e pasticci come troppo spesso ha fatto nel corso della stagione. Sotto controllo.

YUKI TSUNODA E MICK SCHUMACHER - S.V. Restano vittime decisamente incolpevoli del caos creatosi in curva 1 dopo il testacoda di Bottas. Due contatti a centrogruppo mettono subito fine ai loro sogni di gloria.


Pubblicato da Luca Manacorda, 07/11/2021
Tags
Gallery
MexicoGP 2021
Logo MotorBox