AlphaTauri difende Tsunoda dalle critiche Red Bull
F1 2021

Fratelli coltelli: Tsunoda criticato da Red Bull e difeso da AlphaTauri


Avatar di Luca Manacorda , il 07/11/21

3 settimane fa - Il team faentino ritiene innocente il proprio pilota

L'AlphaTauri ritiene che Tsunoda non abbia colpe nella situazione caotica che ha rovinato le qualifiche delle Red Bull
Benvenuto nello Speciale MEXICOGP 2021, composto da 18 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MEXICOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PASTICCIACCIO BRUTTO La Q3 delle qualifiche del GP Messico doveva essere una marcia trionfale per i team di proprietà di Dietrich Mateschtz. La Red Bull pregustava una prima fila per Max Verstappen e Sergio Perez, mentre l'AlphaTauri era pronta a portare Pierre Gasly al quinto posto, sfruttando anche la scia che Yuki Tsunoda avrebbe dato al francese. Il giapponese, infatti, nonostante la penalità che lo porterà a partire dal fondo della griglia, aveva raggiunto agevolmente la Q3. Poi, l'imprevisto: nell'ultimo tentativo lanciato il rookie, dopo aver svolto il suo compito con Gasly, ha rallentato e, quando lo hanno avvisato che stavano sopraggiungendo le due Red Bull, ha cercato di dare meno fastidio possibile, uscendo largo nella via di fuga nel tratto del circuito Hermanos Rodriguez che precede l'ingresso nello stadio. Perez ha però perso il controllo della monoposto finendo a sua volta largo e Verstappen ha dovuto alzare il piede dopo aver trovato le inevitabili bandiere gialle esposte in quel punto.

INSULTI RISPEDITI AL MITTENTE L'olandese è stato ancora una volta molto diretto nelle sue espressioni via radio, etichettando Tsunoda come uno ''stupido idiota''. Il suo team principal Chris Horner ha commentato con sarcasmo che i suoi piloti erano stati ''tsunodati''. Ma l'AlphaTauri non ci sta e per bocca di Franz Tost difende la condotta del suo pilota: ''Gli abbiamo detto che i due della Red Bull stavano arrivando e lui è uscito di pista in modo che potessero passare facilmente. Perez ha finito per seguirlo, non è colpa di Yuki. Lui non ha commesso un errore, lo ha fatto deliberatamente: si è messo volutamente a lato per non disturbarli e per non stare davanti a loro. Ad essere sincero, non capisco assolutamente perché Perez sia uscito di pista in quel punto''.

VEDI ANCHE



LE CRITICHE DI PEREZ Il messicano, che partirà quarto dopo aver sognato di regalare una prima fila ai suoi caldissimi tifosi, ha spiegato i motivi del suo errore: ''Ho raggiunto Yuki nel tratto ad alta velocità e una volta che hai una mancanza di carico aerodinamico qui sei fuori''. Perez ha poi aggiunto che non si spiega perché Tsunoda partecipasse alla Q3, considerando la sua penalità in griglia: ''Ero infastidito. È la Q3, non dovrebbe essere lì''.

LA STRATEGIA ALPHATAURI Anche per questo aspetto, Tost ha difeso il lavoro del suo pilota e la strategia del team, spiegando perché ci fosse Tsunoda in Q3: ''Ha dato la scia a Pierre, è così semplice. Inoltre, vogliamo partire davanti a Norris in questo momento. Quindi, c'erano due ragioni per cui era lì''. Al pari del giapponese, anche il pilota della McLaren è arrivato fino alla Q3, dove ha poi aiutato Daniel Ricciardo dandogli la scia sul rettilineo principale, nonostante la sostituzione dei componenti della power unit lo condanni a partire dal fondo della griglia. Alla fine, gli obiettivi dell'AlphaTauri sono stati entrambi raggiunti: Gasly ha conquistato il quinto tempo, mentre Tsunoda oltre a dargli una mano ha fatto registrare un tempo migliore di Norris e oggi scatterà dalla diciassettesima posizione.


Pubblicato da Luca Manacorda, 07/11/2021
Tags
MexicoGP 2021
Logo MotorBox