Pubblicato il 14/12/20

IL FATTORE GIALLO Il mondiale di F1 si è chiuso con il GP Abu Dhabi e, come sempre da quando è Sky ad avere l'esclusiva per le trasmissioni del Mondiale di F1, l'appuntamento finale è andato in onda in diretta anche sul digitale terrestre. Nonostante questo, gli ascolti totali sono stati inferiori alle gare precedenti, per colpa di una serie di fattori penalizzanti. Lo scarso spettacolo visto sul circuito di Yas Marina rispetto ai due gran premi precedenti in Bahrain ha sicuramente influito, così come l'ennesimo weekend negativo per la Ferrari: ad incidere più di tutto è stata la prima domenica con diverse regioni italiane passate in zona gialla che ha portato per le strade un numero persino preoccupante di persone, tanto che nell'intera giornata la platea televisiva nazionale si è assottiliata di un milione di persone rispetto alla settimana precedente.

I NUMERI Passando ai dati veri e propri, la diretta delle 14:10 sui canali SkySport ha raccolto 841.000 spettatori, per uno share del 4,7%, mentre la contemporanea trasmissione su Tv8 ha totalizzato 1.305.000 spettatori, con il 7,3% di share. Il totale è dunque inferiore ai 2,2 milioni di telespettatori, mentre i precedenti gran premi avevano superato i 2,5 milioni. Una chiusura sottotono per una stagione pesantemente influenzata dai pessimi risultati della Ferrari che ancora una volta si sono riflettuti in negativo sugli ascolti tv. Nei prossimi giorni andremo a fare un riepilogo dei dati di quest'anno per dare un'idea più precisa di questo calo. Il Mondiale di F1 tornerà invece a marzo, ancora una volta con la trasmissione in diretta esclusiva su SkySport.

 


TAGS: f1 ascolti tv AbuDhabiGP 2020