Pubblicato il 13/12/20

LE PAGELLE DI YAS MARINA Una gara noiosetta il Gran Premio di Abu Dhabi, non dobbiamo avere timore di dirlo, che ha avuto comunque i suoi coraggiosi protagonisti. Il mondiale si è chiuso con la vittoria di forza di Verstappen, driver of the day, ma hanno fatto una buona gara anche Norris, Albon, Ricciardo e Raikkonen. Gara un po' incolore per i due piloti Mercedes, mai in partita per la vittoria, e per Leclerc e Kvyat. Di seguito, nel dettaglio, le pagelle dell'ultima gara di questo compicato ma divertente - solo in pista - 2020.

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Max Verstappen (Red Bull)

MAX VERSTAPPEN - VOTO 9 C'è poco da scrivere sulla ''tranquilla'' vittoria di Verstappen, figlia di un passo gara mostruoso, superore anche a quello della Mercedes. Che la Red Bull fosse la miglior macchina questo weekend però lo testimonia anche il quarto posto di Albon in recupero nel finale sulle Mercedes, per cui non possiamo dargli 10 solo per il minor livello di difficoltà, ma lui è stato assolutamente perfetto!

VALTTERI BOTTAS - VOTO 6,5 Una gara noiosa anche per lui, non riesce minimamente ad avvicinare Verstappen nel ritmo gara, e sul finale tiene comunque a bada uno spento Hamilton. C'è poco altro da aggiungere: mantiene con il minimo sforzo la seconda piazza del mondiale, con Verstappen che resta dietro di una manciata di punti.

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Valtteri Bottas e Lewis Hamilton (Mercedes)

LEWIS HAMILTON - VOTO 6 Non era lui oggi, probabilmente il Covid-19 ha lasciato qualche strascico, o magari anche le motivazioni sono venute meno. Mai in gara per la vittoria, non riesce neanche a mettere pressione a Bottas. Si prende uno scialbo (per lui) terzo posto. D'altra parte se ribaltiamo la questione, per uno appena uscito da una malattia così debilitante, ha fatto una bella gara. Nel dubbio gli diamo la sufficienza, ma non di più.

ALEX ALBON - VOTO 7 Buona gara per il ragazzo thailandese che spera di conservare il posto in Red Bull. Arriva in scia a Hamilton poco distante dal podio, ma dal compagno incassa comunque 14'' nella prima parte di gara, e altri 20 dopo la Safety Car. E aveva la macchina migliore in pista... 

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Alex Albon (Red Bull) guida il trenino inseguitore a inizio gara

LANDO NORRIS - VOTO 8 Molto bravo il giovane ragazzo della McLaren, che ha condotto una gara concreta, senza errori ne patemi. Ha perso la quarta posizione al sesto giro da Albon, poi approfitta della VSC per il pit stop e finisce dietro a Ricciardo, posizione che recupererà in tutta tranquillità alla sosta del suo futuro compagno di box. Sempre davanti a Sainz, che tiene a bada lasciandolo qualche secondo dietro.

CARLOS SAINZ - VOTO 7 Buona ultima gara in McLaren anche per lo spagnolo, che esce sconfitto quest'oggi dal compagno di box, ma che alla fine fa il suo anche stavolta. Scattava sesto ed è arrivato sesto, pure dovendosi riprendere in pista la posizione dopo il pit stop passando le due Ferrari di Vettel e Leclerc, e nel farlo avrà sperato che il prossimo anno possa avere tra le mani una rossa più competitiva da quella sverniciata con tranquillità quest'oggi.

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Daniel Ricciardo (Renault)

DANIEL RICCIARDO - VOTO 7,5 Fa una gran bella gara, riesce laddove le Ferrari oggi hanno fallito. Dopo una buona partenza dalla difficile 11° posizione, ha potuto comunque sfruttare le Hard difendendosi da Leclerc e passando Ocon per team order. Con l'accoppiata VSC-Safety Car resta in pista e fa durare le gomme fino al 40° giro, quando rientra ai box torna in pista settimo e deve recuperare 15'' dalla prima delle due McLaren, ma rosicchia ben poco, chiudendo però con il giro più veloce della gara, a 8'' dalla sesta piazza.

PIERRE GASLY - VOTO 7 Un'altra gara consistente per il pilota francese, che resta il secondo miglior pilota della famiglia Red Bull ma che resterà in Alpha Tauri anche nel 2021. Scatta nono ma precede ben presto il compagno di squadra Kvyat. Farà il suo pit-stop con la VSC e diventa 11°, ma poco dopo produce un po' di azione in un GP sostanzialmente piatto, passando Leclerc, Stroll e Vettel e riprendendosi l'ottava piazza.

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Pierre Gasly (Alpha Tauri)

ESTEBAN OCON - VOTO 6,5 Fa quello che gli dice il team: Scatta 10° e mantiene la posizione al via, fino a quando non deve far passare Ricciardo, su un'altra strategia. Dopo il pitstop effettuato in regime di VSC rientra in pista 13° e riesce a recuperare posizioni fino alla nona finale, passando in pista Kvyat e Stroll (all'ultimo giro), e approfittando dei pit-stop tardivi delle Ferrari per conquistare questi 2 punti.

LANCE STROLL - VOTO 5 Una prestazione totalmente incolore racchiusa in un esempio: non riesce a passare il suo futuro compagno di team Vettel che aveva una monoposto meno performante della sua e gomme ben più vecchie. La sua gara è presto riassunta: scatta ottavo, passa Kvyat e dopo il pit-stop resta a lungo dietro a Leclerc prima di essere beffato da Gasly. All'ultimo giro lo passa anche Ocon.

CHARLES LECLERC - VOTO 5 Va detto che oggi la Ferrari era una macchina da terza fascia, ma il 13° posto dietro a Raikkonen (che non è riuscito a superare) è lo specchio di questa stagione della casa di Maranello. In partenza prova a passare Ricciardo ma sbaglia e si fa infilare da Vettel, poi la decisione di non fermarsi ai box durante la VSC la paga perdendo posizioni e ripartendo dall'ultima piazza. Alla fine arriva 13° senza acuti.

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Sebastian Vettel precede Charles Leclerc (Ferrari) nelle prime fasi di gara

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 6 La 14° posizione è figlia di una strategia sbagliata (anche se con Ricciardo ha funzionato, ma Daniel non ha una Ferrari). La mancata sosta durante la VSC lo mette in 7° posizione ma facile preda dei suoi inseguitori, anche se lui li tiene dietro più che può e quando sosta al 40° giro è ancora nono e sta tenendo dietro con grinta Stroll (a cui in precedenza aveva restituito un sorpasso subito pochi secondi prima), Ocon e Kvyat. Dopo la sosta ci si aspetta che con 15 giri e le Medium nuove possa recuperare di più, ma non era né la gara né la gomma buona per la sua auto quest'oggi, e dunque chiude 14°. Bellissimo il gesto di dedicare una versione rivisitata di Azzurro di Celentano, cantandola via radio a fine gara. Un ragazzo veramente d'oro, speriamo che possa il prossimo anno ritrovarsi al volante della Aston Martin.

GLI ALTRI IN BREVE

SERGIO PEREZ - VOTO SV Dopo il tripudio del Bahrain una gara sfortunata per l'incolpevole Sergio Perez. Scattava penultimo con gome Hard per la sostituzione del motore, stava iniziando a recuperare (era già 14°) quando proprio il motore lo ha piantato in asso. Speriamo non sia stata l'ultima sua gara in Formula 1. Per i primi giri il voto è 8.

GP Abu Dhabi 2020, Yas Marina: Sergio Perez (Racing Point), unico ritirato della gara

DANIIL KVYAT - VOTO 5 Scatta settimo e arriva undicesimo. Basterebbe questo. Senza grinta nelle prime fasi, perde la posizione su Stroll e Gasly, dopo il pitstop torna in pista 13° ma recupera solo le posizioni al pit-stop della Ferrari.

KIMI RAIKKONEN - VOTO 7 Gara ottima per il finlandese che chiude 12° mettendosi alle spalle alla fine entrambe le Ferrari, e vincendo per distacco il confronto con Giovinazzi.

GEORGE RUSSELL - VOTO 6,5 Tornato sulla terra dopo la siderale avventura in Mercedes, fa comunque un'ottima gara, chiudendo 15° e tenendo dietro nel finale Giovinazzi con gomme ben più fresche.

ANTONIO GIOVINAZZI - VOTO 5 Gara incolore per il ragazzo italiano, non ha il solito abbrivio in partenza e si fa passare da Raikkonen. È sulla strategia peggiore (non ha ''pittato'' durante la VSC), ma nel finale poteva fare un po' meglio, quantomeno passare Russell.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 6 Oggi la Williams aveva qualcosina in più della Haas, e lui riesce a mettersele entrambe dietro, che è tutto ciò che gli si chiedeva.

KEVIN MAGNUSSEN - VOTO 6,5 Non poteva fare molto di più nella sua ultima gara in Formula 1. Quando poteva fare qualcosa (in partenza) l'ha fatto, passando da P20 a P17 con una staccatona a ruote bloccate. Poi la gara è stata quella che è stata.

PIETRO FITTIPALDI - VOTO 6 Ultima piazza con la macchina peggiore e un solo GP alle spalle. Non ha commesso errori, portando a casa la vettura, alla fine non gli si potevano chiedere miracoli.


TAGS: f1 2020 Pagelle Formula 1 AbuDhabiGP 2020