Pubblicato il 25/08/20

ISTANBUL PARK Insieme al Circuit Of The Americas di Austin e alla pista di Sepang in Malesia, è probabilmente il tilkodromo – e cioè il tracciato disegnato dall’archistar della Formula 1, Hermann Tilke – meglio riuscito. Oggi rientra in calendario dopo 9 anni di assenza, “approfittando” delle opportunità che si sono presentate con l’emergenza Covid, nella speranza di ritrovare un posto stabile in calendario come era accaduto dal 2005 al 2011. Parliamo ovviamente dell’Istanbul Park, il circuito che sorge alle porte della città più celebre della Turchia e che ha ospitato – non senza momenti memorabili come lo scontro fratricida del 2010 tra Sebastian Vettel e Mark Webber in lotta per la prima posizione – il mondiale F1 in sette occasioni prima di uscire dai radar del calendario iridato.

F1, veduta aerea del circuito di Istanbul

GIRO ON BOARD Siete giovanissimi o smemorati e proprio non vi ricordate com’è fatto il circuito di Istanbul che, il prossimo 15 novembre, ospiterà ancora una volta il circus della Formula 1? Nessun problema, perché a venirci incontro è proprio Liberty Media con l’on board del giro più veloce mai registrato in qualifica sul tracciato turco (1:25.049). Facciamo dunque un salto indietro di nove anni e torniamo al 2011, salendo sulla Red Bull Racing di Sebastian Vettel, all’epoca fresco vincitore del suo primo titolo di campione del mondo. Ecco a voi l’Istanbul Park con tutti i suoi cambi di pendenza e con la sua mitica curva-8. Buona visione!


TAGS: formula 1 sebastian vettel f1 video onboard GP Turchia Istanbul Park F1 Istanbul TurkishGP 2020