Pubblicato il 21/11/20

RABBIA ESAGERATA Lo sfogo via radio di Charles Leclerc al termine del GP Turchia è stato fin troppo esagerato e sicuramente dettato dall'adrenalina di un finale di gara emozionante, nel quale il pilota della Ferrari ha prima ottenuto la seconda posizione superando Sergio Perez e poi perso addirittura il podio con una staccata sbagliata alla terz'ultima curva del circuito, a pochi metri dalla bandiera a scacchi. A beneficiare del suo errore sono stati sia il messicano della Racing Point sia il suo compagno di squadra Sebastian Vettel.

SEB COMPRENSIVO Il tedesco ha così ottenuto il suo primo podio in questa stagione così difficile. Commentando quanto accaduto a Leclerc, Vettel ha avuto parole di stima e comprensione verso il suo giovane collega: ''Penso che, avendo Charles come compagno di squadra, spesso io mi riveda in lui. È molto più giovane, è molto veloce e gli dirò che il fatto di essere o meno sul podio in realtà sia un po' irrilevante per lui. Ha così tanti anni davanti a sé e così tanti podi a venire, ne sono sicuro. È giusto che sia arrabbiato. Ha commesso un errore e ha perso il podio in quel modo ma, come ho detto, nel quadro generale è probabilmente irrilevante per lui''.

F1, GP Turchia 2020: Sebastian Vettel (Ferrari)

RAPPORTO INTEGRO Le parole di Vettel denotano una sincera stima del tedesco verso Leclerc. Il rapporto tra i due è rimasto buono, nonostante gli scontri e le tensioni vissuti in pista nella scorsa stagione: ''Penso di essere abbastanza maturo, non ho mai lasciato che questo genere di cose si surriscaldasse e si mettesse tra noi - ha dichiarato a riguardo Vettel - Sono felice per tutto ciò che ottiene e che realizzerà in futuro, perché è un bravo ragazzo''.


TAGS: vettel f1 leclerc TurkishGP 2020