Logo MotorBox
F1 2023

Ad Alonso non piace il nuovo format delle qualifiche: "È stato orribile"


Avatar di Luca Manacorda , il 23/07/23

10 mesi fa - Allo spagnolo non è decisamente piaciuta la novità

GP Ungheria: Alonso furioso dopo il cambio di format

Allo spagnolo non è decisamente piaciuta la novità sperimentata per la prima volta a Budapest
Benvenuto nello Speciale HUNGARIANGP 2023, composto da 20 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario HUNGARIANGP 2023 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Nel weekend del GP Ungheria è stato sperimentato per la prima volta il nuovo format di qualifiche, con l'imposizione del tipo di mescola da utilizzare per ogni eliminatoria: dura nella Q1, media nella Q2, morbida nella Q3. La novità si inserisce dentro il tentativo di ridurre il numero di pneumatici che il fornitore Pirelli porta in ogni weekend di gara, con vantaggi dal punto di vista della sostenibilità ecologica. Ogni pilota a Budapest ha a disposizione 11 set di gomme invece dei consueti 13.

PARERI NEGATIVI La novità non ha particolarmente convinto i protagonisti del Mondiale di F1. Toto Wolff, nonostante la poel position conquistata da Lewis Hamilton, ha dichiarato: ''In generale, penso che sperimentare un nuovo formato di qualifica a metà stagione non sia una buona idea. Risparmiare le gomme per motivi ambientali è una buona idea, anche se due set per pilota non cambiano molto''. Poco felice anche Carlos Sainz, che ha sottolineato le conseguenze sul lavoro di preparazione alla gara: ''Le libere sono state molto noiose, perché non ci sono le gomme e non possiamo guidare. Siamo arrivati mercoledì e venerdì e sabato non abbiamo potuto guidare. Quindi non funziona per me''.

VEDI ANCHE



FERNANDO FURIOSO Il più contrariato dalla novità è sembrato essere Fernando Alonso, già alle prese con un'Aston Martin che sta indietreggiando nelle gerarchie del campionato. Lo spagnolo non ha usato giri di parole: ''È stato orribile. Quando cambi l'altezza della rete, o la dimensione dell'anello da basket o del pallone da calcio nel bel mezzo del campionato, è sempre qualcosa di non bello''. Le qualifiche di ieri hanno dato risultati sorprendenti, con le Alfa Romeo velocissime e la Red Bull meno dominante del solito. Secondo Alonso, su questo hanno influito sia il nuovo format sia le gomme leggermente modificate da Pirelli nelle ultime settimane: ''Alcune squadre hanno guadagnato mezzo secondo? O è stato tolto mezzo secondo ad altre squadre? L'Alfa Romeo non ha superato nessuno. Se quando arriveremo a Spa l'Alfa Romeo sarà ancora davanti, allora parleremo. Questa è una qualifica. Non voglio trovare una scusa con le gomme, ma penso che neanche la Red Bull possa essere molto contenta. Sono stati primi e secondi in ogni sessione e in prova fino a Silverstone. Penso che non siano stati i primi in nessuna sessione qui. Adesso non conquistano nemmeno la pole position e Perez sta faticando per arrivare alla Q3. Quindi ci sono alcune squadre che hanno chiaramente perso prestazioni con le nuove gomme''.

SCARSO SPETTACOLO La riduzione dei set di gomme a disposizione secondo Alonso influisce negativamente anche sullo spettacolo offerto al pubblico: ''Ora, non avere le gomme per le prove è stato molto negativo per lo spettacolo. Se paghi 400 o 500 euro di biglietto e le auto non girano, suppongo che sia molto buono per l'inquinamento, ma per il pubblico non è sicuramente così buono'' ha concluso con una nota di sarcasmo.


Pubblicato da Luca Manacorda, 23/07/2023
Tags
HungarianGP 2023