Autore:
Francesca Mondani

PICCOLE DIMENTICANZE QUOTIDIANE “Acc… mi sono scordato il gatto sul fuoco!” – forse non con queste esatte parole, ma quante volte vi è capitato di tornare a casa di corsa, dopo averci messo un’eternità per riuscire a varcare la porta, perché non eravate sicuri di aver girato tre volte la chiave o di aver spento la TV? Su queste piccole dimenticanze che ci portano di continuo a ripercorrere le nostre strade a ritroso forse Freud avrebbe da dire la sua, ma lasciamo da parte la psicanalisi e vediamo come Ford e Amazon risolveranno invece l’annoso dilemma che ci assilla dall’anno zero: se mi ricordo di aver lasciato aperta la valvola del gas quando già ho imboccato l’autostrada, posso procedere verso il mare sperando di ritrovare la mia casa integra al ritorno o devo ripercorrere chilometri di strada solo per scoprire, magari, che la valvola in effetti l’avevo chiusa?

IL FUTURO È NEI COMANDI VOCALI Vi chiederete: cosa c’entra Amazon con Ford? Il programma è questo: accoppiare la tecnologia di intrattenimento e connettività SYNC, che consente di gestire tramite comandi vocali una serie di funzionalità delle auto Ford (tra cui musica, navigatore e messaggi SMS), ad Amazon Echo e Amazon Alexa. Per chi non conoscesse questi prodotti, il primo è uno speaker per la musica, comandabile a voce e in grado di rispondere a domande o fornire informazioni su traffico, notizie di attualità, meteo e quant’altro; il secondo è invece il servizio voce su base cloud con cui Echo si interfaccia per svolgere le sue funzioni.

CASA E AUTO SONO UNA COSA SOLA L’interazione dei prodotti Amazon con il SYNC di Ford permetterebbe agli automobilisti di controllare certi parametri della loro auto quando non sono a bordo e, viceversa, di tenere sott’occhio casa propria mentre stanno guidando. Nel primo caso potranno, ad esempio, localizzare la propria auto su una mappa quando non sono loro a guidarla, aprire o chiudere le portiere, verificare il livello del carburante o la carica della batteria (“ho ancora 40 km di autonomia? Allora posso far benzina quando torno da lavoro, invece di svegliarmi un quarto d’ora prima domattina!”); nel secondo caso potranno invece accertarsi di non essersi dimenticati accesa la proverbiale luce sulle scale.

DEADLINE DA DEFINIRE Lo scenario ha i numeri giusti per trasformarsi nell’incipit di un film postapocalittico in cui le macchine si ribellano all’uomo: Ford ha dichiarato infatti che i veicoli equipaggiati con sistema SYNC attualmente in circolazione sono più di 15 milioni, una cifra che il produttore programma di triplicare entro la fine del 2020. Sull’effettiva messa in atto dell’asse Amazon-Ford, invece, non si hanno date precise: la collaborazione è stata per ora soltanto annunciata in occasione della conferenza inaugurale del CES 2016.


TAGS: ford tecnologia ces comandi vocali ces las vegas 2016 ces 2016 sync amazon echo