Autore:
Giulia Fermani

LA SFIDA DELLE ELETTRICHE La grande protagonista del Consumer Electronics Show 2016 (CES) doveva essere BUDD-e, l'attesissimo minivan elettrico di Volkswagen che promette addirittura 600 km di autonomia ma l’arrivo alla kermesse a stelle e strisce della Chevrolet Bolt EV ha un po’ cambiato le carte in tavola. Non poteva essere altrimenti visto che la nuova Chevy sembra aver mantenuto tutte le promesse fatte lo scorso anno in occasione della sua prima uscita pubblica: prezzo abbordabile, entro i 30.000 dollari, tanta autonomia (fino a  320 km) e ovviamente alimentazione elettrica al 100%.

UN ANNO DOPO È passato appena un anno dalla presentazione della Chevrolet Bolt al Salone di Detroit, dove aveva attirato l’attenzione di molti verso quella che sarebbe stata la veste definitiva della nuova arrivata 100 % elettrica, finalmente in mostra sul palco del CES. La produzione della Chevrolet Bolt EV, realizzata seguendo le linee guida che hanno ispirato la Volt e la Spark prima di lei, partirà nei prossimi mesi negli stabilimenti in Michigan, in tempo per concorrere sul mercato con le sue rivali naturali: la recente creatura entry-level di  Elon Musk, la Tesla Model 3, simile per listino (35 mila dollari) e autonomia e la Nissan Leaf. Cartucce da sparare non le mancano di certo: 5 posti, bagagliaio di 478 litri, range rassicurante (fino a 320 km di autonomia) e prezzo finale non proibitivo, circa 30.000 dollari (grazie ai 7.500 dollari di incentivi americani). La linea di cintura, poi, che termina nei gruppi ottici e nello spoiler posteriore (integrato nel tetto) è la stessa che era stata vista - e apprezzata- nella versione concept.

HI-TECH, NON SOLO NELLA PROPULSIONE  La dotazione interna comprende, oltre al cruscotto a cristalli liquidi che sostituisce il quadrante tradizionale, due display touchscreen per gestire radiocomandi e sistema di infotainment: uno da 10.2 pollici e uno, per la strumentazione, da 8 pollici. La sicurezza non è stata trascurata ma è garantita dai sensori di traffico, dall’opzione per il mantenimento di corsia e dalla frenata anti collisione. Completano l’offerta uno specchietto retrovisore che si trasforma in retrocamera, che va ad aggiungersi a quella utile per parcheggiare. Le batterie, poi, realizzate insieme alla coreana LG Chem, garantiscono massime prestazioni al prezzo più basso:  la nuova Bolt EV si potrà caricare (con corrente alternata) in circa 9 ore, mentre in corrente continua riuscirà a passare dallo 0 all'80% di carica in appena 45 minuti. Il software di gestione sarà l’abituale Chevrolet MyLink, con l’aggiunta della visuale Flipboard Style. Completano l’offerta il Bluetooth Low Energy e, per la sola versione americana, il sistema di connettività LTE e la possibilità di trasformarsi in HotSpot Wi-Fi.


TAGS: chevrolet elettrica auto elettrica volt bolt novità auto ces 2016 chevrolet bolt