Tuning:

Porsche Panamera Mansory


Avatar Redazionale , il 30/10/09

12 anni fa - L'atelier svizzero specializzato in materiali compositi ci prova con la Panamera, che guadagna un fascino sconosciuto alla versione "pronto concessionario". Una di quelle rare occasioni in cui i preparatori invece di peggiorare il piatto lo arricchiscono.

L'atelier svizzero specializzato in materiali compositi ci prova con la Panamera, che guadagna un fascino sconosciuto alla versione "pronto concessionario". Una di quelle rare occasioni in cui i preparatori invece di peggiorare il piatto lo arricchiscono. Vuoi vedere che più esageri e più migliora?

VERA PORSCHE Appassionati, osservatori distratti e (solo in piccola parte) la stampa specializzata si dividono intorno alla Panamera. Vera Porsche? Coerente con il marchio? Ce n'era proprio bisogno? Questioni oziose: saranno i clienti a giudicare e spesso chi apre il portafoglio si sofferma molto meno sulla tradizione di quanto facciano i trend setter. Però è innegabile che da certe angolazioni la Panamera si faccia fatica a riconoscere come tale. I poco esperti nella vista frontale potrebbero prenderla per la solita Porsche, mentre il sederone bananifero potrebbe allontanare qualche esteta.

GHE PENSI MI Nel caso della Panamera si va oltre un semplice passaggio dall'estetista o dal truccatore, perché in casa Mansory hanno azzeccato la percentuale della perfetta elaborazione. Invece di essere 80% oltraggio e 20% bell'intuizione hanno sovvertito la distribuzione percentuale della classica preparazione "alla tedesca". Ed ecco spiegata la Panamera che vedete nella gallery.

VEDI ANCHE



ESCURSIONI D'altra parte gli specialisti dell'atelier nascono per dedicarsi alle supercar di puro spirito british, e la storia insegna che anche se non sei andato al college ma frequenti chi ha imparato le buone maniere qualcosa, alla lunga, lo impari. Ecco spiegato perché le escursioni che Mansory si concede in territori tedeschi piuttosto che italiani, vedi la Ferrari 599, riescono a dire qualcosa di nuovo ed esagerato ma sempre evitando il pericoloso effetto Luna Park. Muso, fiancata e sederone posteriore, una spruzzatina di led e i cerchi extralarge, che non possono mancare ad ogni preparazione che si rispetti, ed ecco che la Panamera conosce la sua versione 2.0.

RINNOVAMENTO Il muso guadagna lineamenti più felini e meno scontati del solito family feeling di Stoccarda, ora ci sono linee taglienti disegnate dallo scudo anteriore, che fanno spazio a prese d'aria laterali decorate con i led, e ad una mascherona centrale a disegnare una bocca trapezoidale pronta a respirare l'asfalto. Il rinnovamento prosegue con il raccordo aerodinamico e con i passaruota allargati. Pure il cofano, che diventa gibbuto e martoriato dalle piccole branchie di respirazione sui lati, guadagna una presenza scenica all'altezza: se non esagerata almeno coerente con il portamento di una super Gran Turismo.

SVASATURA Anche la fiancata vive meglio nel nuovo format, caratterizzato dalla presa d'aria che parte subito dopo le ruote anteriori e con la minigonna che aumenta la superficie piena verso l'asfalto creando un effetto DTM, magari poco Cumenda però molto adatto a dichiarare le intenzioni senza compromessi. Se Panamera deve essere che lo sia davvero. E poi il colpo da maestro che arriva al posteriore dove, invece del sederone a banana, a rimanere negli occhi sono prese d'aria, estrattori aerodinamici, fibra di carbonio e svasature che sembrano disegnate dal pieno. Più pesante ma anche, in un certo senso più leggera. Le bocche da fuoco posteriori non fanno solo scena ma sono la parte terminale di un impianto di scarico completamente ridisegnato e ottimizzato nel sound.

PANADOSSALE Sarà paradossale.... ma la Panamera reinterpretata da Mansory fa riflettere. Va bene la bravura del preparatore e le scelte di stile azzeccate... ma vuoi vedere che la Panamera è una di quelle auto che soffrono troppo il vestitino borghese e adatto a tutte le stagioni? Mansory offre poi materiali di qualità, poliuretano e carbonio, tutti realizzati con cura artigianale e con le proprie autoclavi e attrezzature dedicate nella factory gioielleria. I cerchi sono da 21 pollici e la carrozzeria è ribassata di 3,5 centimetri. Legni e pellami pregiati, volanti speciali (altra specializzazione della casa) e pedali in alluminio spazzolato fanno parte del servizio di contorno. Se la Panamera vi piace dura... al Grand Garage Mansory sanno come rendere felici gli eterni bambini.


Pubblicato da Luca Pezzoni, 30/10/2009
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox