Autore:
Raffaele Gomiero

ALTA DEFINIZIONE ANCHE IN AUTO “Immaginatevi un’autostrada piena di auto a guida autonoma nelle quali gli occupanti si rilassano guardandosi la propria serie TV preferita in alta definizione”.  Ecco lo scenario che ha in mente Volvo per le sue macchine del futuro e, per realizzare questa realtà al più presto, il CES di Las Vegas è stata l’occasione per annunciare l’alleanza con Ericsson e Microsoft. Sono due partnership  con scopi diversi, che contribuiranno a realizzare - seppur con differenti tempistiche - l’auto del futuro secondo Volvo.

A TUTTA BANDA Secondo una ricerca di Ericsson, in futuro il 70% delle persone alla guida di un'auto necessiterà di una connessione con i fiocchi per passare il suo tempo in macchina nel modo più piacevole. Per realizzare questa visione fondamentale sarà indispensabile avere una linea dati con una banda veloce e stabile, ed ecco quindi entrare in gioco proprio Ericsson.

AVREMO UN KITT ANCHE NOI Non sarà proprio come l’auto di Supercar in tutto e per tutto, ma grazie alla tecnologia a comando vocale di Microsoft  potremo controllare molte funzioni dell’auto utilizzando la voce.  Selezionare un percorso per il navigatore, accendere le luci, impostare il climatizzatore, chiudere le porte e molto altro, il tutto sarà possibile semplicemente parlando con il nostro smartwatch o con un qualsiasi altro accessorio wearable con tecnologia di Microsoft, come il braccialetto Microsoft Band 2, proprio come faceva Michael Knight quando parlava con KITT tramite il suo orologio. Rispetto alla visione di Ericsson per sfruttare le caratteristiche dell’alleanza Microsoft non dovremo aspettare molto, sui veicoli che supportano l’applicazione per smartphone Volvo on Call il servizio sarà disponibile da questa primavera 2016. 


TAGS: supercar volvo ces kitt michael knight comandi vocali wearable smartwatch ces 2016 volvo on call microsoft ericsson auto del futuro