Autore:
Luca Cereda

SI', VIAGGIARE Le novità ci sono ma per lo più non si vedono. Ad Intermot 2016, la BMW K 1600 GT 2017 porta aggiornamenti che riguardano soprattutto l'elettronica e le dotazioni, mentre il design è stato rivisto in punta di matita, con piccoli interventi alle carenature laterali, ai deflettori e ai quadranti della strumentazione. Per l'occhio finisce qui, al netto delle solite novità cromatiche per le livree: marsrot metallizzato, blackstorm metallizzato e lupinblau metallizzato/blackstorm metallizzato, nella fattispecie.

SOSPENSIONI SEMIATTIVE La BMW K 1600 GT 2017 punta piuttosto ad affinare la dinamica di guida. Senza toccare la ciclistica e il motore a sei cilindri (intonso anche nelle prestazioni), la maxi tourer bavarese offre ora le sospensioni semiattive Dynamic ESA di serie (con due settaggi, Dynamic e Road), capaci di adattare lo smorzamento allo stile di guida del pilota, e come optional propone il cambio elettroassistito, che permette di salire di marcia e scalare senza usare la frizione.

RETROMARCIA E SOS Poi, sempre optional, torna la retromarcia: si attiva con un pulsante posto sul lato sinistro dello sterzo. E a testimoniare che sotto l'egida dell'Elica auto e moto si parlano, ecco debuttare il sistema di chiamata d'emergenza, che chiama i soccorsi in caso d'incidente. Un gadget tipicamente automobilistico, che, però, sulla moto si paga a parte.


TAGS: salone di colonia 2016 intermot 2016 BMW K 1600 GT 2017