Autore:
Giulio Scrinzi

MOTOGP – ERRORE FORTUNATO La classe regina sul circuito di Brno è stata protagonista di una gara assolutamente fuori da ogni schema: in partenza giudicata bagnata nonostante ampi sprazzi d'asfalto asciutto, la corsa della Repubblica Ceca ha costretto tutti i piloti a scegliere le gomme wet, consapevoli che dopo alcuni giri sarebbero andati incontro a un fastidioso flag-to-flag. Chi ha tentato l'azzardo per avvantaggiarsi sulla concorrenza è stato il poleman Marc Marquez, che ha preso la decisione di montare una gomma morbida al posteriore che dopo pochissimi giri lo ha fatto scivolare praticamente in fondo alla classifica. Un errore che, però, è stato la sua salvezza: rientrato in anticipo ai box per prendere la seconda moto con pneumatici slick, El Cabroncito ha così potuto accumulare un importante vantaggio su tutti i suoi rivali che gli ha regalato la sua terza vittoria stagionale davanti al compagno di squadra Daniel Pedrosa. Gradino più basso del podio per Maverick Vinales, mentre solamente quarto il nostro Valentino Rossi: il Dottore di Tavullia è stato uno degli ultimi a tornare ai box, e sicuramente questa scelta lo ha penalizzato nel tentare di portarsi più avanti in classifica. Quinto uno stoico Cal Crutchlow che ha tentato fino all'ultimo di resistere agli attacchi del nove volte Campione del Mondo, mentre ha conquistato la sesta posizione Andrea Dovizioso davanti a Danilo Petrucci. Splendida l'ottava piazza dell'Aprilia di Aleix Espargarò, come anche il nono posto della KTM affidata al fratello Pol davanti alla Yamaha di Jonas Folger, che ha così completato la top ten.

MOTO2 – LA PIOGGIA PREMIA LUTHI Il vero protagonista della Moto2? Il meteo impazzito, che ha diviso in due la gara della classe di mezzo rimescolando tutte le carte in gioco. Nella prima parte Mattia Pasini, scattato dalla pole position, era in battaglia con Morbidelli e Bagnaia per un podio tutto tricolore, ma poi a pochi giri dalla fine... ecco la pioggia, che ha costretto i commissari di pista ad esporre la bandiera rossa. Al restart, però, i nostri non sono più riusciti a fare la differenza, e ad approfittarne è stato Thomas Luthi: allo spegnimento dei semafori rossi lo svizzero è scattato alla perfezione e già alla prima curva è andato a prendersi una testa della corsa che non ha più mollato fino alla bandiera a scacchi. Con questa sua prima vittoria stagionale ora Luthi ha dimezzato lo svantaggio in classifica dal leader Morbidelli a soli 17 punti, mentre il podio è stato completato dall'altra Kalex del team Marc VDS affidata ad Alex Marquez e dalla KTM ufficiale di Miguel Oliveira.

MOTO3 – JOAN MIR REGOLA TUTTI Sei vittorie in dieci gare. Questo è il palmares dell'attuale stagione 2017 di Joan Mir, spagnolo del team Leopard Racing che sul circuito di Brno non ha avuto rivali in grado di contenere la sua fame di successo. Dopo due terzi di gara passata a studiare la situazione in un gruppetto formato dal nostro Romano Fenati, da Juanfran Guevara e da Bo Bendsneyder, la Honda numero 25 ha rotto gli indugi e ha alzato l'asticella: solamente l'ascolano del team Marinelli Rivacold Snipers è riuscito a mantenere la sua scia, senza però avere alcuna possibilità di azzardare un attacco. In questo modo Mir è andato a prendersi la sua sesta vittoria stagionale, seguito da Fenati a soli 350 millesimi e da un Aron Canet autore di una splendida rimonta dalla 17esima posizione in griglia.

MOTOGP – COSì AL TRAGUARDO 1) Marc Marquez, Honda; 2) Daniel Pedrosa, Honda; 3) Maverick Vinales, Yamaha; 4) Valentino Rossi, Yamaha; 5) Cal Crutchlow, Honda; 6) Andrea Dovizioso, Ducati; 7) Danilo Petrucci, Ducati; 8) Aleix Espargarò, Aprilia; 9) Pol Espargarò, KTM; 10) Jonas Folger, Yamaha; 11) Alex Rins, Suzuki; 12) Johann Zarco, Yamaha; 13) Karel Abraham, Ducati; 14) Jack Miller, Honda; 15) Jorge Lorenzo, Ducati; 16) Scott Redding, Ducati; 17) Tito Rabat, Honda; 18) Sam Lowes, Aprilia; 19) Andrea Iannone, Suzuki; 20) Hector Barbera, Ducati.

MOTO2 – COSì AL TRAGUARDO 1) Thomas Luthi, Kalex; 2) Alex Marquez, Kalex; 3) Miguel Oliveira, KTM; 4) Luca Marini, Kalex; 5) Xavi Vierge, Tech 3; 6) Simone Corsi, Speed Up; 7) Francesco Bagnaia, Kalex; 8) Franco Morbidelli, Kalex; 9) Remy Gardner, Tech 3; 10) Joe Roberts, Kalex.

MOTO3 – COSì AL TRAGUARDO 1) Joan Mir, Honda; 2) Romano Fenati, Honda; 3) Aron Canet, Honda; 4) Bo Bendsneyder, KTM; 5) Juanfran Guevara, KTM; 6) John McPhee, Honda; 7) Marcos Ramirez, KTM; 8) Tatsuki Suzuki, Honda; 9) Adam Norrodin, Honda; 10) Nakarin Atiratphuvapat, Honda.

MOTOGP – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Marc Marquez, 154 punti; 2) Maverick Vinales, 140 punti; 3) Andrea Dovizioso, 133 punti; 4) Valentino Rossi, 132 punti; 5) Daniel Pedrosa, 123 punti; 6) Johann Zarco, 88 punti; 7) Jonas Folger, 77 punti; 8) Danilo Petrucci, 75 punti; 9) Cal Crutchlow, 75 punti; 10) Jorge Lorenzo, 66 punti.

MOTO2 – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Franco Morbidelli, 182 punti; 2) Thomas Luthi, 165 punti; 3) Alex Marquez, 133 punti; 4) Miguel Oliveira, 133 punti; 5) Francesco Bagnaia, 87 punti; 6) Mattia Pasini, 73 punti; 7) Takaaki Nakagami, 69 punti; 8) Simone Corsi, 63 punti; 9) Luca Marini, 54 punti; 10) Xavi Vierge, 51 punti.

MOTO3 – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Joan Mir, 190 punti; 2) Romano Fenati, 148 punti; 3) Aron Canet, 126 punti; 4) John McPhee, 93 punti; 5) Jorge Martin, 89 punti; 6) Marcos Ramirez, 88 punti; 7) Fabio di Giannantonio, 85 punti; 8) Andrea Migno, 83 punti; 9) Juanfran Guevara, 69 punti; 10) Enea Bastianini, 59 punti.


TAGS: motogp valentino rossi andrea dovizioso cal crutchlow marc marquez maverick vinales daniel pedrosa motogp 2017 motogp brno 2017 motogp repubblica ceca 2017