Autore:
Giulio Scrinzi

WEEKEND DA DIMENTICARE Nello scorso fine settimana è andato in scena il GP della Repubblica Ceca sul circuito di Brno: un appuntamento carico di aspettative per Andrea Iannone e la Suzuki, che serviva come piccolo riscatto in una stagione 2017 fin qui molto difficile. Ma come altre volte, anche il fine settimana ceco è andato in bacheca con un risultato molto deludente: non solo il pilota di Vasto ha chiuso la gara in 19esima posizione, ma è stato anche protagonista di un incidente quando si è trattato di effettuare il cambio moto in regime di flag-to-flag.

CADUTA IN CORSIA BOX Rientrando in pit-lane, Andrea ha dovuto frenare bruscamente pochi metri prima di arrivare dai meccanici del suo team, in modo da evitare l'Aprilia di un Aleix Espargarò che stava già ripartendo con il gas spalancato. Purtroppo però l'arresto della GSX-RR è avvenuto nel peggiore dei modi, dal momento che la quattro cilindri di Hamamatsu è passata su una zona scivolosa che, di conseguenza, ha portato Iannone alla caduta di fronte al proprio box.

RIPARTENZA AL RALLENTATORE L'assurdo? Il fatto che l'altra Suzuki non fosse ancora pronta per farlo rientrare al più presto in pista: la seconda GSX-RR, infatti, era stata equipaggiata con una gomma da asciutto all'anteriore e una da bagnato al posteriore, e questo ha fatto perdere ancora più tempo al pilota di Vasto, già segnato dal ruzzolone di pochi istanti prima.

LE PAROLE DI ANDREA Ma sentiamo com'è andata direttamente dalle parole di Andrea Iannone: “Ero giunto a Brno con tanta motivazione, ma quando sono rientrato ai box ho visto che nella mia traiettoria c'era Espargarò: ho frenato subito, ma putroppo sono passato sulla griglia dell'acqua di scolo e per questo motivo sono finito per terra. Per fortuna a fine gara Aleix si è scusato, però sono cose che capitano: noi ci fidiamo del meccanico davanti a noi, che decide quando possiamo ripartire. Dopo la caduta, però, ho visto che la mia seconda moto non era pronta: c'è stata molta confusione al mio box e senza questo inconveniente sarei potuto arrivare a punti stavolta”.


TAGS: motogp andrea iannone motogp 2017 team suzuki ecstar 2017 motogp brno 2017 motogp repubblica ceca 2017