DI RABBIA Marc Marquez vince di rabbia e di esperienza il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, con una motivazione ulteriore ricevuta dallo screzio di ieri avuto con Valentino Rossi, e davanti alla marea gialla dà lezioni di schermaglie a Fabio Quartararo, al comando dal primo all'ultimo giro e beffato solo a poche curve dalla bandiera a scacchi. Una vittoria che Marc cercava con forza, dopo essere stato beffato due volte all'ultimo giro da Dovizioso e Rins negli ultimi due GP. Lo spagnolo ha piazzato la sua Honda davanti a un poker di Yamaha: terzo Maverick Vinales, poi i tre italiani, giunti tutti ai piedi del podio: Rossi, Morbidelli e Dovizioso. In classifica ora Marc Marquez precede di 93 punti Andrea Dovizioso, un vantaggio ormai incolmabile. Ma diamo un'occhiata alla cronaca in un gara che ha vissuto il solo momento emozionante nella lotta finale tra i due protagonisti.

EL DIABLO IN FUGA Spenti i semafori, scatta benissimo dalla prima casella Maverick Vinales che alla prima curva viene seguito da Quartararo e Morbidelli. I primi due imprimono subito un gran ritmo alla gara con Marc Marquez che si getta al loro inseguimento. Rossi e Dovizioso trascorrono i primi giri in 7° e 8° posizione, ingolfati nel gruppone. Al terzo giro Quartararo mette il naso davanti a Vinales, poi lo fa anche Marquez e se ne vanno in due, con Morbidelli un po' più staccato a capo del gruppetto inseguitore.

ITALIANI INDIETRO Rossi e Dovizioso risalgono fino ai piedi del podio grazie in primis a un errore di Alex Rins e poi al doppio sorpasso su Pol Espargaro. L'idolo locale ha poi raggiunto anche Franco Morbidelli, impiegando diversi giri prima di portare il suo attacco e mettersi in quarta posizione a una decina di giri dal termine, proprio mentre alle sue spalle si sdraiava Rins con la Suzuki. Davanti Quartararo ha continuato a comandare la gara tallonato da Marquez fino agli ultimi giri, con Vinales che è sempre rimasto a circa 2-3 secondi dalla coppia di testa.

ESPERIENZA La bagarre tra i primi due si accende solamente negli ultimi due giri, con Marquez che attacca Quartararo con una staccata colossale nel T2 dell'ultimo giro e Fabio che prova nel T4 a riprendersi la posizione, ma l'esperienza porta lo spagnolo a chiudere la strada con classe a centro curva, e il giovane francese a imparare per la prossima volta, raddrizzata la moto e sul traguardo passa in solitaria Marquez. Terzo Vinales, non distante dai primi due, poi un tris di italiani con Rossi (quarto per la terza volta consecutiva), Morbidelli e Dovizioso. Caduto il tester della Ducati Michele Pirro, giunge decimo Danilo Petrucci che approfitta dell'errore di Rins per riprendersi la terza piazza mondiale, senza gloria.

Risultati Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini

Pos. Pilota Moto Tempo
1 Marc MARQUEZ Honda 42'25.163
2 Fabio QUARTARARO Yamaha +0.903
3 Maverick VIÑALES Yamaha +1.636
4 Valentino ROSSI Yamaha +12.660
5 Franco MORBIDELLI Yamaha +12.774
6 Andrea DOVIZIOSO Ducati +13.744
7 Pol ESPARGARO KTM +20.050
8 Joan MIR Suzuki +22.512
9 Jack MILLER Ducati +26.554
10 Danilo PETRUCCI Ducati +31.456
11 Johann ZARCO KTM +32.388
12 Aleix ESPARGARO Aprilia +34.477
13 Tito RABAT Ducati +35.325
14 Jorge LORENZO Honda +47.247
15 Hafizh SYAHRIN KTM +1'02.280
16 Miguel OLIVEIRA KTM +1'07.831
17 Karel ABRAHAM Ducati +1'24.666
18 Takaaki NAKAGAMI Honda 1 Giro
Non classificato    
  Cal CRUTCHLOW Honda 5 Giri
  Michele PIRRO Ducati 6 Giri
  Alex RINS Suzuki 12 Giri
  Francesco BAGNAIA Ducati 16 Giri

TAGS: misano motogp valentino rossi andrea dovizioso marc marquez alex rins motogp 2019 MotoGP San Marino 2019 SanMarinoGP 2019 MotoGP Misano 2019