TRIS D'ASSI I tre piloti saliti sul podio nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini sono stati una spanna sopra gli altri. Fabio Quartararo ha condotto una gara esemplare, sempre al comando e beffato solo nel finale da un cinico e rabbioso Marc Marquez. È mancata un po' d'esperienza a "Fabietto", che si è candidato oggi a essere l'anti-Marquez del futuro, e solo per qualche dettaglio è mancata la lotta a tre, con Maverick Vinales che si è dovuto accontentare del terzo posto a causa dell'eccessivo scivolamento della sua ruota. Andiamo a vedere dalle vive parole dei tre protagonisti quanto accaduto oggi a Misano.

MARC IMPERIALE "Onesatmente sapevo che non era necessario vincere, con Rins che era fuori e Dovizioso lontano" - ha premesso Marc - "Ma con i fatti di ieri ho avuto una spinta in più per la gara. Ho cercato di stare lì, mi sono chiesto: ci provo o non ci provo? Alla fine ho deciso di provarci. Sapevo che Fabio era velocissimo nel T3 e ho cercato di superarlo prima, e poi ho chiuso la curva e cercato di essere intelligente. Alla fine è davvero bello vincere qui in Italia e ancora più bello avere un vantaggio di 93 punti in campionato sul secondo." Non ha pensato al mondiale Marc, ma solo a vincere la gara, come precisato poco dopo ai microfoni di Sky: "Innanzitutto complimenti a Fabio, oggi ha fatto la gara ed è lui il vincitore morale. Io avevo un po' più di gomma, non dico che sia stato facile. Avevo due grosse motivazioni per vincere la gara, in primis l'aver perso le ultime due all'ultimo giro, e poi quello che è successo ieri in qualifica mi ha svegliato. Il modo migliore per parlare è farlo in pista."

FABIO FATALISTA Il premio di migliore della giornata andrebbe a Quartararo, se non fosse che però alla fine le gare vanno vinte, e lui ha commesso un piccolo ma pesante errore d'inesperienza. "Quella di oggi è stata una gara difficile, ho dato il 100% e penso di aver fatto una buona gara. Marc per due volte aveva già avuto questa esperienza di perdere all'ulltimo giro e oggi è toccata a a me, però per la prima volta ho potuto lottare con lui fino alla fine. Siamo andati vicinissimi alla vittoria, credo sia il miglior momento della mia carriera, poter lottare con un pluricampione del mondo come lui. Spero di poter tornare a combattere presto per la prima posizione."

MAV AL RISPARMIO Infine il poleman Maverick Vinales, che non ha preso parte alla bagarre costretto ad abdicare dopo un'ottima partenza. Una volta passato infatti da Marquez e Quartararo, Mav si è staccato restando però sempre vicino ai due di testa, e tornando sotto nel finale: "Ho provato a dare del mio meglio, ma non avevo un buon feeling alla fine" - ha spiegato lo spagnolo - "Ho deciso di non spingere troppo nella fase centrale perché ho sentito che stavo rischiando di cadere, oggi non era la mia giornata. Siamo stati intelligenti, ho cercato di spingere alla fine ma era troppo tardi."


TAGS: marc marquez maverick vinales Fabio Quartararo MotoGP San Marino 2019 SanMarinoGP 2019 MotoGP Misano 2019