Prezzi e quotazioni usato Suzuki GSX-S 1000(MY 2015, 2017, 2018)

Suzuki GSX-S 1000

La GSX-S è una sportiva di razza, ma senza carene. Potente e molto reattiva, è senz'altro più adatta a motociclisti già esperti. In versione 1000, ma anche 750 cc.

MY 2015/2018 A partire da 8.890 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloSuzuki GSX-S 1000
Prezzi a partire da: 8.890 €
Omologazione: Euro4
Valutazione Media:
PRO

Dinamica Dna al 100% sportivo, quello della GSX-S. Dal motore alla ciclistica, passando per una frenata precisa e potente

Prezzo Non una cifra da discount, intendiamoci, ma per il divertimento e la tecnologia che offre, sono soldi spesi bene

CONTRO

Reazioni Alla manopola, il motore restituisce un marcato effetto on-off che a piloti di scarsa esperienza può provocare una certa ansia

Sella Lo spazio per un eventuale passeggero è a dir poco minimo: il cuscino è imbottito, ma la posizione è assai rannicchiata

Quale versione scegliere

Più gestibile la GSX-S 750, mentre la 1000 è per centauri con esperienza. Caldamente consigliato l'ABS, una autentica benedizione

Quale colore scegliere

I rari inserti di carenatura vanno obbligatoriamente verniciati in azzurro: il contrasto col nero del telaio è mozzafiato.

Quotazioni GSX-S 1000
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
9.700 9.300 8.400 - - - - -
- - 8.100 7.600 7.200 - - -
10.000 9.600 8.600 - - - - -
6.800 6.500 5.900 - - - - -
- - 8.500 8.000 7.600 - - -
7.000 6.700 - - - - - -
Com'è la GSX-S 1000?

Compatta e cattiva, spigolosa al punto giusto, elegante nel suo essere sportiva, la Suzuki GSX-S ha un design che saprà sfuggire al continuo ricambio delle mode. La doppia colorazione contrasta con la ciclistica verniciata di nero e la rende piccola allo sguardo, mentre il codino sfuggente da super sportiva ne affina la linea: una moto che sprizza grinta da ogni presa d'aria, insomma. La posizione in sella è perfetta per dominare il mezzo: gli 810 mm dell'altezza della sella sono la distanza da terra ideale. L'ergonomia del serbatoio è a sua volta ottimale, e anche che ha il femore più lungo della media non ha difficoltà a star comodo. Limitato invece lo spazio passeggero: anche se il cuscino è ben imbottito, la posizione è rannicchiata come sulle super sportive vere e proprie.

Come va la GSX-S 1000?

Accendi il motore, e il sound del 4 cilindri mette i brividi: un ringhio possente scuote le budella e si impenna al minimo tocco alla manetta. I 149,6 cv della GSX-S 1000 non fanno impressione, ma nemmeno sono da prendere alla leggera, neanche se siete centauri navigati. Sempre pronti e pieni, danno risposte addirittura esplosive per via di un acceleratore sensibilissimo alle piccole aperture. Nel traffico, i 31 gradi di sterzo permettono di muovere i 210 kg della moto con agilità, mentre la forcella rovesciata e il mono firmati KYB copiano molto bene le asperità dei fondi cittadini. La taratura, comunque, è sostenuta: come si addice a una moto sportiva, il meglio la Suzuki lo dà sulle strade extraurbane, dove non hai mai la sensazione che una delle due ruote manchi l'appoggio in piega e nei continui cambi di direzione.

Logo MotorBox