Autore:
Simone Valtieri

NASCONDINO La Mercedes si sta nascondendo in questi test invernali in corso di svolgimento a Barcellona. Non ha mai provato seriamente le coperture più morbide e ha sempre continuato a girare con C3 o C2. Al netto dei problemi di cui Bottas ha parlato nella sua conferenza stampa odierna, il team tedesco sembra essere vivo, e tutto quel gettare i riflettori addosso alla Ferrari ha la parvenza di essere la solita strategia per distogliere gli occhi dal lavoro che stanno facendo nel box del team tedesco.

Strategia seguita anche da Valtteri Bottas, che stamattina alle 12, in una conferenza stampa gremita nel motorhome Mercedes, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sia in tema di sviluppo della sua monoposto, che di obiettivi per il 2019, parlando però anche dei rivali: "Ovviamente a tutti piacerebbe essere davanti" - ha spiegato Valtteri riferendosi ai tempi della mattinata in rapida evoluzione - "La Ferrari è ancora forte, ha un pacchetto complessivo molto forte, noi dobbiamo sbloccare qualcosa del nostro prima di Melbourne, loro sembrano ancora forti. Anche la Red Bull è in forma, ma la mia sensazione è che la Ferrari sia davanti a entrambi, anche se quest'anno saremo tutti molto più vicini."

GRAINING "La macchina va meglio di quella dello scorso anno, non sappiamo ancora bene di quanto ma la stabilità è migliorata e anche il feeling con la vettura." - ha proseguito il finlandese, cambiando tema - "Non posso confermare che sia già questo il pacchetto che porteremo a Melbourne, credo che il team continuerà ad apportare cambiamenti fino alla fine. I nostri problemi? Non abbiamo ancora il giusto bilanciamento, tante cose possono essere migliorate, occorre lavorare sodo ma ho completa fiducia nella fabbrica e nel lavoro che fanno. Non so se riusciremo a vincere a Melbourne ma ci proveremo, stiamo soffrendo parecchio di graining al mattino e al tardo pomeriggio, quando la pista è più calda va bene, ma se è fredda... è molto difficile imparare qualcosa in quelle condizioni. Si può migliorare ancora bilanciamento, grip, stabilità, carico, non abbiamo ancora la macchina perfetta. Il motore? Un po' diverso"

BATTERE LEWIS Infine il tema principe. Lo scorso anno Bottas è stato accusato di essere il "maggiordomo" di Lewis, e di aver facilitato oltremodo il compito del compagno nel duello contro Vettel, facendo in alcune occasioni persino da tappo. Quest'anno però Valtteri sta lavorando sodo per duellare con il compagno, e non trovarsi nella situazione di dovergli aprire la strada. "Si può sempre migliorare se ci si concentra sulle cose giuste, anche nel tempo che intercorre tra i test e l'inizio del campionato, oggi non siamo ancor al massimo ma lo saremo presto. Tutti si riparte da zero, ci sono cose che posso fare meglio e se riesco a tirare fuori la miglior versione di me potrò anche essere davanti a Lewis, l'ho già fatto e so come si fa, ma so anche che non è una scienza esatta, è questione di lavoro, impegno e volontà. Ho imparato molto dallo scorso anno."


TAGS: mercedes formula 1 valtteri bottas test f1 f1 2019 F1 testing Test f1 Barcellona Test F1 Barcellona-2 2019