Prezzi e quotazioni usato Nissan Pixo(MY 2011)

Nissan Pixo

Cinque porte, dotazione minimale e consumi bassi. Così Nissan Pixo tenta di farsi largo nell'affollato segmento B. Un solo motore, il mille 3 cilindri da 68 cv.

MY 2011 A partire da 8.300 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloNissan Pixo
Prezzi a partire da: 8.300 €
Omologazione: Euro5
Numero posti: 4
Bagagliaio (lt. min / max): 129 / 750
Valutazione Media:
PRO

Maneggevolezza La Pixo inverte rotta con la rapidità di un carrello dell'Esselunga e si muove in un fazzoletto d'asfalto

Piacere di guida Docile ai comandi, indulgente sullo sconnesso, stabile nei curvoni veloci. Una citycar che studia da sportiva?

CONTRO

Posizione di guida Le possibilità di regolazione sono quelle che sono. Il volante offre solo l'escursione verticale, che invece manca al sedile

Spazio posteriore I centimetri per la testa bastano giusto a chi è più basso della media. Si viaggia sacrificati

Quale versione scegliere

Detto che l'unico motore è il 1.0 tre cilindri da 68 cv, l'allestimento d'ingresso è molto scarno. Si salga almeno al secondo livello e non si scarti a priori l'automatico a 4 rapporti.

Quale colore scegliere

Niente grigini, grigetti, grigioni, per favore. La vostra Pixo esprimerà temperamento soprattutto in blu, in rosso o nell'ancor più vivace viola metallizzato.

Quotazioni Pixo
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - - - - 2.100 1.600
- - - - - - 2.500 1.900
- - - - - - 1.900 1.500
Com'è la Pixo?

Nelle vene di Pixo scorre sangue Suzuki Alto, da cima a fondo partner del progetto. La Nissan si distingue semmai a livello del cofano, dei paraurti, dei copriruota, della mascherina e dei fari. Metro alla mano, la Pixo è lunga 357 cm, larga 185 cm inclusi i retrovisori e alta 147 cm. Misure quasi tascabili, da cittadina modello, che mettono al riparo da rischi di cannibalizzazione Micra. Qui si bada al sodo: carrozzeria a cinque porte, con quelle posteriori dai vetri a compasso, telaio semplice semplice con sospensioni anteriori McPherson e retrotreno a bracci longitudinali. Minimalismo anche in abitacolo, luogo dove sia il guidatore che i passeggeri dovranno rassegnarsi a una posizione non proprio sdraiata.

Come va la Pixo?

La prima cosa che colpisce è il diametro di sterzata ridotto, soli 9 metri. La Pixo si muove in un fazzoletto d'asfalto come se niente fosse, la visibilità è buona e solo nella zona del trequarti posteriore la visuale è occupata dal massiccio montante. Al crescere della velocità, a sorprendere è invece il comfort di marcia: in autostrada nè il rumore del motore, nè quello di rotolamento dei pneumatici, turbano la quiete dei timpani. Anche il comportamento sullo sconnesso è soddisfacente, con le ruote da 14 pollici che digeriscono bene tombini e rallentatori. L'assetto se la cava anche nel misto: comportamento è sincero e prevedibile, col muso che segue la traiettoria desiderata senza quasi mai ribellarsi. 

Logo MotorBox