Prezzi e quotazioni usato Mercedes-Benz Classe M(MY 2011, 2012, 2014)

Mercedes-Benz Classe M

La Mercedes Classe M di terza generazione è un po' meno sportiva, ma anche più abitabile. Parca la 250 BlueTec, brutale la 63 AMG.

MY 2011/2014 A partire da 61.310 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloMercedes-Benz Classe M
Prezzi a partire da: 61.310 €
Omologazione: Euro6
Numero posti: 5
Bagagliaio (lt. min / max): 551 / 2050
Valutazione Media:
PRO

Bagagliaio Una capacità massima che orbita attorno ai 2 metri cubi, una soglia di carico bassa e larga

Motori Potenti ed efficienti, si sposano bene con la massa della ML. Sia i diesel, sia i benzina

 

CONTRO

Ingombri Le sue dimensioni non passano inosservate, mentre il grande cofano impedisce di vedere gli ostacoli a brevissimo raggio

Materiali Nulla di grave, per carità, ma qualche plastica ha un aspetto un po' economico

Quale versione scegliere

La 250 Bluetec a gasolio non è affatto sottopotenziata e gestisce meglio i costi di esercizio. Per l'esuberanza, il listino propone (oltre alla mostruosa AMG) il V8 a benzina.

Quale colore scegliere

Il grigio metallizzato è la sua cromia naturale, ma allo specchio la Classe M si piace anche in abito bianco.

Quotazioni Classe M
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - - - - - 21.500
- - - - - - - 18.900
- - - - - - - 21.200
- - - - - - - 18.600
- - - - - - - 23.700
- - - - - - - 21.200
- - - - 35.600 30.200 - -
- - - - 31.300 26.500 - -
- - - - - 35.000 30.400 25.900
- - - - 41.900 35.500 - -
- - - - 38.900 33.000 - -
- - - - - 32.500 28.300 24.100
- - - - 54.700 46.400 - -
- - - - - 45.800 39.800 33.900
- - - - 59.800 50.700 - -
- - - - - 50.000 43.500 37.000
Com'è la Classe M?

Rispetto alle prime due generazioni, la terza Mercedes Classe M segna una svolta. La sportività e la grinta che caratterizzavano il modello precedente vengono stemperate, coi fari che tornano alla forma a goccia prima maniera e le fiancate meno palestrate, dalle linee più tese e stradali. Il cofano è ora meno spiovente, un po’ per limitare i danni ai pedoni nei crash test, un po’ per dare a tutto il frontale un’aria più impettita. Semplicità sembra essere stato l’input anche per i designer degli interni: la consolle vede i comandi disposti in modo più ordinato, mentre nella zona centrale scompaiono le due barre sul tunnel. 

Come va la Classe M?

La sua massa da giavellottista non è un dettaglio, tuttavia anche se equipaggiata dal propulsore entry level (il 2,1 turbodiesel da 204 cv) la Mercedes Classe M risulta piacevole da portare e meno assetata del previsto. In città soffre le sue dimensioni non proprio lillipuziane, mentre fra le curve di un percorso extraurbano l’agilità è addirittura sorprendente: merito soprattutto delle sospensioni pneumatiche, oltre che dello sterzo comunicativo. Ottima l’insonorizzazione: i viaggi autostradali si svolgono in un gradevole silenzio. Valida infine la trazione integrale 4Matic, anche se per affrontare percorsi davvero impegnativi conviene acquistare a parte il pacchetto On&Offroad.

Logo MotorBox