Prezzi e quotazioni usato Jeep Cherokee(MY 2010, 2011)

Jeep Cherokee

Forme squadrate e niente ruota di scorta esterna, per un fuoristrada, la Jeep Cherokee, che va controcorrente. Trazione integrale full-time e motore diesel 2.8 CRD.

MY 2010/2011 A partire da 34.380 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloJeep Cherokee
Prezzi a partire da: 34.380 €
Omologazione: Euro5
Numero posti: 5
Bagagliaio (lt. min / max): 419 / 1404
Valutazione Media:
PRO

Qualità offroad Grazie a misure di attacco e di uscita da fuoristrada puro, il sottoscocca non tocca quasi mai il terreno

Comfort Materiali di qualità, assorbimento delle buche adeguato, acustica del diesel migliorata

CONTRO

Posizione di guida Il sedile ha un'escursione longitudinale limitata, i guidatori più alti potrebbero incontrare problemi

Guida su asfalto Il ponte rigido posteriore tende talvolta a non seguire la traiettoria. Difetto che emerge solo ad alte velocità

Quale versione scegliere

Un solo motore, due vestiti diversi, la Sport e la più completa Limited. Preferibile la trasmissione automatica.

Quale colore scegliere

Il nero la avvicina al mondo Suv, il bordeaux alla sua natura di fuoristrada vecchia maniera.

Quotazioni Cherokee
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - - - 14.600 12.700 10.900
- - - - - 15.100 13.100 11.200
- - - - - 15.400 13.400 11.500
- - - - - 13.600 11.900 10.100
- - - - - 14.100 12.300 10.500
Com'è la Cherokee?

Per la sua terza generazione, Jeep Cherokee punta su frontale duro e linee perpendicolari, in barba alla moda che vuole i Suv sempre più rotondeggianti. Nemmeno le dimensioni seguono la tendenza all'espansione: la lunghezza non si muove dai 4,5 metri, con la ruota di scorta che sparisce sotto il pianale, rendendo la coda più elegante ma togliendole un pizzico di carattere Jeep. Macho lo stile dell'interno, con plancia massiccia e spartana nel disegno. Plastiche un po' meno americane del solito, più vicine ai gusti europei. Lo spazio è sfruttato al meglio, con bagagliaio profondo (419 litri) e un gavone impermeabile dal coperchio double face sotto il piano di carico. 

Come va la Cherokee?

Jeep nell'anima, ma anche confortevole. Il 2.8 turbodiesel common rail di origine VM si fa sentire con discrezione, trasmettendo poche vibrazioni. Le ruote anteriori entrano in qualsiasi curva o ostacolo con precisione automobilista, facili da indirizzare grazie allo sterzo diretto, più rude invece il ponte rigido posteriore, meno agile nel seguire la strada e con un minimo rimbalzo sulle buche. La tecnica è comunque da vera 4x4, con telaio a longheroni e traverse. Per affrontare le discese da brivido, la Cherokee adotta l'Hill Descent Control (di serie con cambio automatico), mentre per le ripartenze da fermi in salita l'Hill Start Assist tiene i freni in pressione per due secondi dopo aver sollevato il piede dal pedale.

Logo MotorBox