Prezzi e quotazioni usato Dr dr1(MY 2009, 2011)

Dr dr1

La citycar italo-cinese si butta nella mischia senza complessi di inferiorità. Stile gradevole, motore brillante. E la DR1 è pure spaziosa.

MY 2009/2011 A partire da 7.980 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloDr dr1
Prezzi a partire da: 7.980 €
Omologazione: Euro5
Numero posti: 4
Bagagliaio (lt. min / max): 180 / 700
Valutazione Media:
PRO

Interni Materiali e rivestimenti di tessuto certamente economico, ma non per questo povero e sgradevole. Pure lo spazio non è male

Prestazioni Il 1.3 benzina/GPL proietta la DR1 a velocità che molte concorrenti si sognano soltanto

CONTRO

Bagagliaio Un vano davvero esiguo (180 litri), anche per una segmento A. E con l'impianto a GPL, sparisce la ruota di scorta

Posizione di guida Leggermente rialzata, ha un'escursione limitata che non permette chissà quali correzioni

Quale versione scegliere

L'accoppiamento quasi obbligato è col 1.3 da 83 cv, anche benzina/GPL. Povero l'allestimento base: buttate un occhio all'elenco degli optional.

Quale colore scegliere

Sei tonalità, due pastello e quattro metallizzate. Nel carrello mettiamo Passion Red ed Elegant Grey.

Quotazioni dr1
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - - - - 1.800 1.400
- - - - - - - 1.600
- - - - - - - 1.400
- - - - - - - 1.600
- - - - - - - 1.700
Com'è la DR1?

La DR1 altri non è che l'interpretazione by Di Risio della Chery A1, citycar cinese disegnata a sua volta in Italia dalla Torino Design. Lo stile è quindi di stampo occidentale, tutto giocato su linee tondeggianti e qualche nervatura, giusto quelle necessarie a movimentare il vestito. Non mancano soluzioni originali, come la maniglia posteriore annegata nella portiera. All'interno troviamo rivestimenti di tessuto economico ma non povero, comunque di aspetto gradevole. Dopotutto, la DR1 ha di serie tutto quel che serve a un impiego cittadino, compresi i sensori di parcheggio, i cerchi in lega, i paraurti in tinta e il climatizzatore manuale.

Come va la DR1?

Una guida di compromesso, quello tra stabilità e comfort di marcia. Il rollio è contenuto: tra le curve e controcurve di un percorso misto stretto, la DR1 si imbarca appena, risparmiando ai passeggeri l'effetto mal di mare grazie anche a uno sterzo preciso che asseconda a dovere le volontà del pilota. Manca l'ESP, ma la tenuta di strada regge, almeno finché non si guida in modo sconsiderato. Leggera e quindi agile, la DR1 è silenziosa persino alle velocità elevate, indice di una approfondita ricerca sull'insonorizzazione. Il 1.3 a benzina, infine, coadiuvato da un manuale a 5 marce lunghe conferma il giudizio di utilitaria superiore alle aspettative.

Logo MotorBox