Prezzi e quotazioni usato Citroen C-Crosser(MY 2006)

Citroen C-Crosser

Il primo Suv del Double Chevron condivide la pianta meccanica con Peugeot 4007 e Mitsubishi Outlander. Versatile col 2.2 HDi 160 cv.

MY 2006 A partire da 33.480 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloCitroen C-Crosser
Prezzi a partire da: 33.480 €
Omologazione: Euro5
Numero posti: 7
Bagagliaio (lt. min / max): 510 / 1686
Valutazione Media:
PRO

Versatilità Abitacolo anche per 7, bagagliaio capiente, portellone sdoppiato. La Citroen più trasformista

Telaio Le sospensioni digeriscono qualsiasi tipo di fondo, e sullo sterrato la trazione integrale fa il suo dovere

CONTRO

Visibilità La posizione di guida rialzata non basta: in retromarcia non puoi fare a meno dei sensori di distanza

Offroad Le quattro ruote motrici la tirano fuori dai problemi, ma gli angoli di attacco e di uscita non sono da fuoristrada puro

Quale versione scegliere

C-Crosser si vende esclusivamente in formato 2.2 HDi 160 cavalli. Noi propendiamo per il cambio automatico e per l'allestimento Seduction.

Quale colore scegliere

Il marroncino metallizzato coniuga la solita eleganza Citroen con lo spirito avventuriero tipico dei Suv.

Quotazioni C-Crosser
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - - - - 11.700 9.700
- - - - - - 10.300 8.500
- - - - - - 11.300 9.400
- - - - - - 9.900 8.200
Com'è la C-Crosser?

Citroen C-Crosser è gemella eterozigote di Outlander e 4007: medesima corporatura (464 cm di lunghezza), volti differenti. Il frontale è solcato da un doppio baffo cromato, mentre nelle viste laterale e posteriore le cromature e i passaruota marcati fanno da filo conduttore. Alta la praticità interna: il portellone è sdoppiato e dà accesso a un bagagliaio di 441-510 litri, a seconda della posizione del divano. In alternativa ai bagagli, nel vano possono trovare posto altri due passeggeri. Oltre che per i trasporti eccezionali, con una capacità di 1.686 litri in configurazione biposto, la C-Crosser è ben attrezzata anche per le piccole esigenze quotidiane: numerosi i cassettini e i portaoggetti, uno dei quali pure climatizzato.

Come va la C-Crosser?

La seduta sopraelevata permette a chi guida di stare sempre di vedetta: solo in manovra, semmai, è meglio affidarsi ai sensori di parcheggio o alla telecamerina posteriore. La maneggevolezza è buona, alla faccia di dimensioni importanti, così come il diametro di sterzata è contenuto. In città la C-Crosser se la cava, ma il suo habitat naturale sono le strade aperte. Le sospensioni (anteriori pseudo McPherson e posteriori multilink) hanno una taratura di compromesso, mentre in fuoristrada la trazione integrale inseribile fa in pieno il suo dovere: gli unici limiti a un impiego anche estremo possono venire dagli angoli di attacco e di uscita non molto spinti, oltre che dalla gommatura stradale.

Logo MotorBox