Anteprima:

Subaru Impreza STI R205


Avatar Redazionale , il 01/02/10

11 anni fa - La Casa delle Pleiadi capitalizza le sue esperienze agonistiche e confeziona una variante da sparo sulla base della versione WRX. Dotata di 320 cv e di un assetto specifico, sarà tirata in soli 400 esemplari.

La Casa delle Pleiadi capitalizza le sue esperienze agonistiche e confeziona una variante da sparo sulla base della versione WRX. Dotata di 320 cv e di un assetto specifico, sarà tirata in soli 400 esemplari.

AVANTI UN'ALTRA A gentile richiesta, si replica. Dopo aver visto andare in passato letteralmente a ruba tutti gli esemplari delle serie speciali precedenti, la banda della Subaru Tecnica International (o STI, per chi è del "giro"…) confeziona ora un'ulteriore versione da sparo dell'Impreza WRX. Il suo nome è R205, con la R che sta per Road Sport e il 205 che altro non è che un numero progressivo, visto che le ultime realizzazioni dell'atelier giapponese erano la S203 e la S204.

A ME GLI OCCHI La ricetta impiegata non è molto diversa da quelle già viste. L'Impreza mantiene per sommi capi la sagoma e le dimensioni note (442x180x147 cm) ma in allestimento R205 sfodera un trucco più pesante del solito, nonostante già la STI WRX non sia certo agghindata da educanda. Qui tiene banco un kit aerodinamico piuttosto vistoso, con uno spoiler anteriore più pronunciato, un alettone che soppalca la coda e minigonne che tanto mini poi non sono, visto che scendono molto pudicamente verso l'asfalto. In coda un occhio clinico può notare anche il profilo rivisto del diffusore mentre a fare da ciliegina sulla torta ci sono i loghi R205 sul portellone e sulla griglia frontale.

VEDI ANCHE



A PIENI POLMONI Gli interventi dei tecnici nipponici non si limitano solo alle apparenze. Questa versione dispone anche di un motore potenziato, con il turbocompressore twin scroll che spinge ora in modo più deciso e lo scarico che garantisce una minor contropressione, permettendo al quattro cilindri due litri boxer di respirare più liberamente. La centralina è rimappata di conseguenza e fa da direttore d'orchestra, facendo salire la potenza a 320 cv a 6.400 giri, scaricati sulle quattro ruote attraverso anche un cambio manuale a sei marce. Il nuovo picco di coppia è invece di 431 Nm a 4.000 giri.

PER POCHI L'assetto è adeguato alle maggiori prestazioni. Ammortizzatori e molle hanno una taratura specifica, più rigida, così come bracci e supporti dell'avantreno, per una migliore pulizia di guida. I cerchi in lega d'alluminio da 18" calzano pneumatici Bridgestone Potenza RE070 245/40 e nascondono a malapena l'impianto frenante composto da dischi autoventilanti e pinze Brembo, anteriori a sei pistoncini e posteriori a quattro pistoncini. A poter saggiare le qualità di questo "pacchetto" saranno solo 400 fortunati, per lo più giapponesi, disposti a sborsare 4.510.000 yen, tasse escluse, pari a circa 33.800 euro.


Pubblicato da Tommaso Crociera, 01/02/2010
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox