Mercato:

2009, c'è voglia di ibride


Avatar Redazionale , il 20/05/09

12 anni fa - L'Insight spopola in Giappone e anche in Italia le sue vendite vanno a gonfie vele. Se questo sarà davvero l'anno delle ibride lo vedremo a breve, quando arriverà sul mercato anche la nuova Prius. Una sfida all'insegna del "verde" che si annuncia però al

L'Insight spopola in Giappone e anche in Italia le sue vendite vanno a gonfie vele. Se questo sarà davvero l'anno delle ibride lo vedremo a breve, quando arriverà sul mercato anche la nuova Prius. Una sfida all'insegna del "verde" che si annuncia però al calor bianco.

COSE DELL'ALTRO MONDO All'ombra del Sol Levante la Honda Insight è salita come un razzo nelle classifiche di vendita guadagnandosi sul campo i gradi di best-seller tra le auto sopra i 660 cc nel mese di aprile, con 10.481 esemplari targati. La notizia è di quelle dell'altro mondo, in tutti i sensi. In primis dal punto di vista geografico, perché è relativa al Giappone, Paese che, automobilisticamente parlando, rappresenta da sempre un universo a se stante. In seconda battuta, in senso figurato, perché il fatto è destinato a sconvolgere, in chiave prospettica, molti equilibri del settore delle quattro ruote. E' la prima volta che una cosa del genere succede a un'auto ibrida, segno che sul mercato sono in atto profondi mutamenti.

BOOM A OROLOGERIA Stando a quanto prevedono gli analisti di JP Morgan Securities, il segmento delle auto ibride avrà in futuro una crescita esponenziale, totalmente svincolata dall'andamento del mercato globale. Alcuni azzardano anche previsioni numeriche e parlano di una quota del 10% delle immatricolazioni globali entro il 2018. Non è dunque un caso che, pian piano, stiano entrando in questo settore tutti i più grandi costruttori, come Mercedes e il gruppo PSA, giusto per fare due nomi.

VEDI ANCHE



ASSO NELLA MANICA La Insight ha dalla sua un grande asso nella manica, rappresentato da un prezzo competitivo, che porta finalmente la tecnologia ibrida alla portata di molte tasche. La cosa vale anche in Italia, dove questa Honda ha un listino che parte da 19.900 euro, cifra che è però solo teorica. Lo Stato prevede infatti 3.000 euro di incentivi per chi acquista auto ibride e un contributo di ulteriori 1.500 euro in caso di rottamazione. Il tutto senza contare che in Lombardia ci sono anche aiuti regionali che danno un'altra sforbiciata al conto del concessionario. Il risultato è che nel nostro Paese, a fine aprile, la Insight ha totalizzato già oltre 800 immatricolazioni e a oggi i contratti firmati sono ormai sopra quota 2.000.

BEATI GLI ULTIMI E in tutto questo Toyota cosa fa? Quelli delle tre ellissi non stanno certo a guardare. Dopo essere stati pionieri con la Prius, ora non vedono certo di buon occhio l'idea di dover spartire il successo delle ibride con altri costruttori e men che meno il fatto di navigare nelle retrovie delle hit parade. Negli altri continenti è già iniziata la commercializzazione della terza generazione della Prius, che in Europa sarà presentata alla stampa a giugno e arriverà poi nelle concessionarie a settembre. In questo caso non si può ancora parlare di prezzi, che secondo voci non dovrebbero comunque discostarsi da quelli della Prius attuale.

IN DIFESA Non è però detto che alla fine in Toyota decidano anche di ribassare il listino, un po' come accade già negli Stati Uniti, dove il nuovo modello è ben più competitivo del suo predecessore. Tutto si deciderà all'ultimo, anche se in Italia è facile che si punti molto sul primato tecnologico. Che la Prius sia chiamata a difendere strenuamente le sue posizioni è testimoniato anche dalla scelta di tenere in gamma anche la seconda generazione sul mercato interno giapponese, con il nome di Prius EX e a un prezzo di circa 1.250 euro inferiore a quello della terza.


Pubblicato da Paolo Sardi, 20/05/2009
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox