Autore:
Paolo Sardi

PARTENZA IN QUARTA Nel mondo dell’auto è probabile che si affermi presto una nuova realtà importante. Sto parlando della Faraday Future, una start up californiana che si sta strutturando per bene e che punta senza mezzi termini a insidiare il ruolo di Tesla nel mondo delle auto elettriche. Per dare un’idea di quanto stiano facendo le cose seriamente a Los Angeles basti un numero: alle sue dipendenze ha già 500 persone, numero che potrebbe raddoppiare già nel giro di un anno. E tra loro ci sono anche personaggi di spicco, come il designer Richard Kim, matita solista nel team da cui uscite le BMW i3 e i8.

MANIFESTO PROGRAMMATICO Proprio lui è l’artefice della Faraday Future FFZERO1, una concept che debutta al CES 2016 di Las Vegas con tutte le carte in regola per diventare una star della kermesse. Con un look che non sfigurerebbe nel gioco Gran Turismo così come tra le strade di Gotham City o alla partenza della 24 Ore di LeMans del 2025, questo prototipo fa da manifesto programmatico del marchio.

DENOMINATORE COMUNE La Faraday Future FFZERO1 è confezionata sulla base di una piattaforma modulare, capace di ospitare diversi motori e differenti batterie e in grado dunque di fare da denominatore comune a un’intera gamma di modelli futuri. In questo caso va in scena una sportiva con i fiocchi, dotata di quattro motori elettrici e di una potenza totale di oltre 1000 cv, per un tempo nello 0-100 inferiore ai 3 secondi e una velocità massima superiore ai 320 km/h. La Faraday Future FFZERO1 è una monoposto che ospita il pilota su una sorta di chaise longue, con il busto inclinato di 45°. Chi guida usa come strumento di controllo lo smartphone, alloggiato al centro del volante, sempre che non voglia affidarsi al sistema di guida autonoma. Il futuro è servito...


TAGS: concept car ces las vegas 2016 ces 2016 Faraday Future FFZERO1 concept