Listino prezzi Benelli Leoncino 800 (MY 2022)

Benelli Leoncino 800

Cresce nella cilindrata ma non cambia il family feeling e la filosofia che c'è dietro, nuova Benelli Leoncino 800 punta a ben figurare nel segmento delle heritage di media cilindrata. Buono il motore e divertente da guidare. Due le versioni, una più stradale, e la scrambler Trail.

MY 2022 A partire da 7.490 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloBenelli Leoncino 800
Prezzi a partire da: 7.490 €
Omologazione: Euro5
Valutazione Media:
PRO

Design: ben riuscito, la Leoncino 800 è disegnata e progettata in Italia... e si vede

Ergonomia: ospitare bene piloti di tutte le taglie non è facile, ma lei ci riesce 

Prestazioni: valide, adeguate al segmento, un bel balzo in avanti 

CONTRO

Frenata: un po' troppo brusca nel primo morso, specialmente all'anteriore, dietro l'ABS interviene spesso

Erogazione: l'effetto on-off è marcato quando si riprende in mano il gas in prima e seconda marcia

Quale versione scegliere

La versione standard è praticamente una naked stilosa, per chi vuole esplorare qualche strada bianca la Trail è più indicata grazie al 19" davanti e all'escursione maggiorata delle sospensioni

Quale colore scegliere

Sia il grigio sia il verde con effetto opaco/satinato le donano, ma il verde ha una marcia in più

Listino Benelli Leoncino 800
Com'è la Leoncino 800?

Design muscoloso ed elegante, buone finiture e dotazione di buon livello, con luci Full LED e schermo TFT, la Leoncino 800 fa del rapporto qualità/prezzo uno dei suoi punti di forza. All'interno del telaio a traliccio in tubi d'acciaio batte un bicilindrico parallelo frontemarcia a doppio albero in testa da 754 cc, lo stesso della naked 752S ma aggiornato e migliorato nel funzionamento. Il valore di potenza massima è di 76,2 CV a 9.000 giri/min, quello di coppia è di 68 Nm a 6.500 giri/min. La dotazione ciclistica è stata "impoverita" a causa delle difficoltà nel reperire i materiali e altri fattori contingenti, la forcella a steli rovesciati da 50 mm non ha regolazioni, mentre è regolanbile in precarico e estensione il mono ammortizzatore. L'impianto frenante è composto da dischi da 320 mm all'anteriore con pinze ad attacco radiale prodotte internamente da Benelli, al posteriore disco da 260 mm e pinza mono pistoncino. L'elelttronica è pressochè assente, c'è solo l'ABS obbligatorio per legge. Nella versione stradale i cerchi sono in lega con pneumatici Pirelli MT60, sulla Trai i cerchi sono a raggi, quello anteriore da 19 pollcii, con pneumatici tassellati stradali Pirelli Scorpion Rally STR.

Come va la Leoncino 800?

Adatta a neofiti e guidatori esperti, la Leoncino 800 ha una posizione di guida comoda e accogliente per piloti di tutte le taglie. Il confort è buono, le sospensioni assorbono bene anche le aspertità più marcate. L'angolo di sterzo e la sella bassa aiutano nelle manovre a bassa velocità, in città se la cava bene. Tra le curve ha una dinamica sana e genuina, convince il motore aggiornato, più pronto nell'erogazione rispetto al passato. Contenute le vibrazioni, buona l'elasticità ma c'è un marcato effetto on-off nelle marce più basse. La frenata ha tanto mordente, specialmente davanti, ciò mette un po' in crisi la forcella, una pastiglia meno aggressiva sarebbe stata più adatta.

Logo MotorBox