Prova su strada | Video

Benelli Leoncino 800 Trail 2022, la prova di una scrambler "atipica"


Avatar di Danilo Chissalé , il 09/05/22

1 settimana fa - Benelli Leoncino 800 Trail: una scrambler "da asfalto". La prova in video

Cerchi da 19 pollici davanti, gomme tassellate e aria da dura, le opinioni dopo la prova su strada della nuova Benelli Leoncino 800 Trail 2022

Stesso tester, stesso marchio, stessa mot… ah no! Almeno non secondo Benelli, che ritiene che Leoncino 800 Trail sia ben di più di una versione orientata al fuoristrada della Leoncino 800 “stradale” che ho provato qualche settimana fa (qui il link alla prova video). Un’affermazione “ambiziosa” in un periodo caratterizzato dalle economie di scala, in cui tutto viene standardizzato per ottimizzare i bilanci. Sarà vero ciò che affermano? Beh, sono qui apposta per scoprirlo, ecco le opinioni dopo la prova, pregi e difetti, prezzo e scheda tecnica. Dai che si va!

COM’È FATTA

Benelli Leoncino 800 Trail 2022 Benelli Leoncino 800 Trail 2022

Inutile nasconderlo, nonostante i proclami, la parentela con la Leoncino 800 è evidente, sono quasi come due gemelli omozigoti. Le moto – giustamente – si somigliano nel look, con la Trail ancor più ricca di personalità, grazie a dettagli che le conferiscono un aspetto da scrambler come i cerchi a raggi, gli pneumatici più tassellati, la tabella porta numero e perfino lo scarico rialzato sovrapposto. In condivisione ci sono le colorazioni (verde o grigio), telaio, motore e quelle linee classiche/contemporanee ormai distintive della gamma Leoncino, con tanto di arco romano e leoncino d’ordinanza sul parafango anteriore.

TANTA SOSTANZA Ad accomunare le Leoncino 800 c’è anche la concretezza. La qualità costruttiva è buona, in generale non ci sono brutture che fanno gridare allo scandalo ma, anzi, c’è una piacevole sensazione di sana robustezza e anche qualche dettaglio ricercato, come la scritta Leoncino nel faro anteriore full LED o il fianchetto in alluminio dalle linee moderne. Certo, i blocchetti sono un po’ troppo spartani, ma la Leoncino è una moto molto analogica, nonostante la presenza di un display TFT a colori al centro del ponte di comando. Display che, va detto, è piacevole nelle grafiche e di facile consultazione grazie agli insoliti comandi posti sui supporti degli specchietti, ma che potrebbe essere più ricco nelle informazioni fornite e più leggibile quando il sole è a picco.

CICLISTICA DEDICATA Per fornire un carattere differente alla Trail la Casa di Pesaro non poteva esimersi dal mettere mano, seppur leggermente, al comparto ciclistico. Per del fuoristrada leggero, massimo consentito ad una scrambler, non sono state ritenute necessarie modifiche al telaio, che viene riconfermato nella sua interezza, non vale lo stesso ragionamento per cerchi, freni e sospensioni.

RAGGI E TASSELLI Ovviamente la modifica più evidente è il passaggio ai cerchi a raggi tubeless in luogo di quelli in lega, con anteriore da 19 pollici e posteriore da 17. Per gli pneumatici Benelli ha deciso di affidarsi agli ottimi Pirelli Scorpion Rally STR, 120/70 davanti e 170/60 dietro, più adatti al fuoristrada rispetto ai Pirelli MT60RS della 800 stradale. Piccole modifiche anche all’impianto frenante, ora con il profilo dei dischi a margherita ma sempre morsi da pinze ad attacco radiale a 4 pistoncini che Benelli produce in casa. Sempre dalla “cucina” Benelli arrivano anche le sospensioni. Sì, la moto era stata mostrata con componentistica diversa ma gli sviluppi economico-politici degli ultimi anni hanno obbligato Benelli a rivedere i piani. All’anteriore c’è una forcella da 50 mm a steli rovesciati con 140 mm di escursione (10 in più della stradale) e più lunga di 44 mm, al posteriore anche il monoammortizzatore è stato allungato e fornito di 140 mm d’escursione. Confermata la regolazione con manettino remoto per il precarico della molla, così come la regolazione del freno idraulico in estensione. Rimane una nota dolente il peso, 234 kg in ordine di marcia, ovvero con il 90% di benzina contenuta nel serbatoio in metallo da 15 litri, sono tanti per una scrambler.

Benelli Leoncino 800 Trail : telaio e motore sono in condivisione con la versione stradale Benelli Leoncino 800 Trail : telaio e motore sono in condivisione con la versione stradale

MOTORE UGUALE MA… Il cuore pulsante della Benelli Leoncino 800 Trail è il bicilindrico quattro tempi raffreddato a liquido da 754cc. Non essendoci modifiche rispetto a quello montato sulla versione con ruote da 17 pollici, la scheda tecnica dichiara gli stessi dati: 76,2 CV a 9000 giri/min e coppia di 68 Nm (6,9 kgm) a 6500 giri/min. La distribuzione è a doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro, doppio corpo farfallato da 43 millimetri di diametro, frizione con asservimento di coppia e funzione antisaltellamento in bagno d’olio e cambio a 6 velocità completano il quadro del gruppo motore-trasmissione. Tutto uguale? Non proprio, la forma dello scarico rialzato cambia leggermente la curva di coppia, rendendo differente l’erogazione.

COME VA

L’ergonomia della Leoncino stradale mi aveva convinto dunque sono contento che i tecnici Benelli non abbiano cambiato la triangolazione sella/pedane/manubrio, una posizione di guida valida tanto quando si vuol passeggiare, quanto quando si è alla ricerca di qualche emozione in più alla guida. Se sulla 800 stradale avrei preferito un manubrio a piega bassa, trovo che qui sia indubbiamente più azzeccato, anche in ottica guida in fuoristrada. La distanza da terra della sella è aumentata a causa della “crescita” delle sospensioni ma toccare a terra è ancora abbastanza semplice, anche se non si super il metro e settantacinque. Non cambia, invece, quella tra pedane e sella dunque l’abitabilità rimane buona, solo chi supera il 1,85 m potrebbe voler un angolo delle ginocchia meno chiuso.

DIFFERENZE OGGETTIVE Una volta in movimento è chiaro come la differente “destinazione d’uso” influenzi la dinamica di guida. L’anteriore da 19 pollici permette una guida più rotonda, la discesa in piega è meno immediata ma più progressiva, con una buona velocità di percorrenza. Meno facile da notare è il nuovo valore del tiro catena (aumentato) che permette alla moto di essere ancora più reattiva e precisa in uscita di curva. Anche in questo caso la stabilità sul veloce è sorprendente: sui curvoni affrontati di buon passo la Leoncino Trail sembra quasi piantata su di un binario. Il rovescio della medaglia, anche a causa di un peso forma non proprio eccellente è che, nonostante il buon braccio di leva e le misure di avancorsa e inclinazione cannotto da naked sportiva, nel lento non sia propriamente un furetto nel passare da una curva all’altra.

VEDI ANCHE



Benelli Leoncino 800 Trail in azione su strada Benelli Leoncino 800 Trail in azione su strada

QUI MOTORE Seppur non così eclatanti come nel comportamento tra le curva, ci sono differenze anche nel modo in cui il motore si comporta. Quello che di buono che avevo apprezzato sulla Leoncino 800 lo ritrovo anche qui: un motore più pronto nel prendere i giri, con dei medi ricchi di carattere e un discreto allungo, con tanto di sound aggressivo che esce dallo scarico sovrapposto. Grazie alla nuova forma di quest’ultimo quel fastidioso effetto on-off che si sentiva nelle marce più basse è stato ridotto… ma non eliminato, la Trail rimane una moto reattiva alle rotazioni della manopola destra.

SOSPENSIONI E FRENI La rinuncia a componentistica premium come previsto in origine ha sparigliato un po’ le carte in Benelli. L’impianto frenante autoprodotto raggiunge la sufficienza ma ci si poteva aspettare qualcosa in più. Mi spiego. L’anteriore morde forte il disco, ma all’aumentare della pressione sulla leve non corrisponde un aumento lineare della forza frenante, molto più a punto il freno posteriore, che mi ha convinto per la modulabilità. Con lunghezza ed escursione maggiorata delle sospensioni mi sarei aspettato una moto dal comportamento più “soft”, per poter copiare le asperità della città ma anche delle strade bianche… ma così non è. La taratura scelta da Benelli è molto orientata all’uso su strada, possibilmente ben asfaltata. Il confort su piccole asperità e dossi – anche grazie ad una buona imbottitura della sella – non è poi così male, ma quando le condizioni iniziano a farsi pessime sono dolori, per il fondoschiena.

Benelli Leoncino 800 Trail: la posizione di guida in off-road è figlia del compromesso Benelli Leoncino 800 Trail: la posizione di guida in off-road è figlia del compromesso

STRADA BIANCA Quest’ultima considerazione vi dovrebbe far capire che con lei il fuoristrada si può fare, a patto che sia leggero, anzi, leggerissimo. Senza contare che per limiti d’omologazione non è nemmeno possibile disinserire l’ABS e quello di serie non ha una taratura specifica per l’off-road. Peccato perché di trazione ce n’è tanta e l’ergonomia, seppur non sia ovviamente quella di una moto specialistica, non è poi così male.

VERDETTO Tempo di rispondere alla domanda d’apertura, le due moto hanno caratteri diversi? La risposta è sì, magari non così netta come comunicato da Benelli ma senza dubbio sono moto dalla forte personalità, si fanno ammirare sul cavalletto e convincono anche alla guida. Tra le due forse sceglierei la Trail, il suo look è ancor più personale e con quelle gomme ci si può concedere qualche bella scampagnata lontani dal traffico… che di questi tempi non fa mai male.

PREZZO

La Benelli Leoncino 800 Trail è disponibile in tutte le concessionarie Benelli con un prezzo di listino di 7.990 euro, 500 euro in più rispetto alla stradale. Le rivali? Benelli punta in alto dichiarandone una inglese, una italiana e perfino una tedesca... a voi il compito di svelare i personaggi misteriosi.

SCHEDA TECNICA

BENELLI LEONCINO 800 TRAIL
MOTORE Bicilindrico parallelo frontemarcia, Euro 5
CILINDRATA 754 cc
POTENZA 76,2 CV a 9000 giri/min
COPPIA 68 Nm a 6500 giri/min
PESO 234 kg o.d.m.
PREZZO 7.990 euro

ABBIGLIAMENTO

Benelli Leoncino 800 Trail 2022: la posizione di guida è confortevole Benelli Leoncino 800 Trail 2022: la posizione di guida è confortevole

Casco Scorpion EXO HX-1
Giacca Tucano Urbano Iceman
Guanti Tucano Urbano MRK2
Jeans Rev’It! Brentwood
Scarpe TCX Street 3 WP
Mascherina Ariete Feather


Pubblicato da Danilo Chissalè, 09/05/2022
Gallery
Listino Benelli Leoncino 800
Allestimento CV / Kw Prezzo
Leoncino 800 - / - 7.490 €
Leoncino 800 Trail - / - 7.990 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Benelli Leoncino 800 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Benelli Leoncino 800
Vedi anche
Logo MotorBox