Pubblicato il 09/10/20

OCCASIONE MANCATA Doveva essere il gran giorno di Callum Ilott e soprattutto di Mick Schumacher. I due leader della classifica del campionato di Formula 2 erano infatti chiamati al debutto ufficiale in un weekend F1, pronti a prendere parte alle prime prove libere del fine settimana del Nurburgring. Il meteo inclemente, con pioggia e nebbia a impedire all’elicottero dei soccorsi di sollevarsi in volo, ha però costretto i due talenti della Ferrari Driver Academy a rimandare ulteriormente l’appuntamento atteso da tutta una vita.

F1 GP Eifel 2020, Nurburgring: Callum Ilott (Haas F1 Team)

RINVIO A DATA DA DESTINARSI È chiaro però come si tratti soltanto di avere un po’ di pazienza per un debutto che, comunque vadano le cose, prima o poi ci sarà. Intervenuto in conferenza stampa nel piovoso venerdì di (non) prove libere al Nurburgring, il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha infatti spiegato che probabilmente Mick e Callum dovranno attendere adesso un paio di mesi prima del tanto sognato esordio ufficiale in F1. “Ovviamente è un grosso peccato per entrambi – ha spiegato l’ingegnere italo-svizzero – sarebbe stata una bella opportunità per debuttare. Cercheremo di trovare nuove occasioni per farlo, ma credo che sarà molto complicato nelle prossime settimane”.

F1 GP Eifel 2020, Nurburgring: Mick Schumacher si prepara per scendere in pista con l'Alfa Romeo

VERSO ABU DHABI Il riferimento di Binotto è al fatto che le prossime gare di Portimao, Imola e Istanbul si svolgeranno su circuiti sconosciuti praticamente per quasi tutti i piloti in griglia, motivo per cui sarà difficile convincere i team principal di Haas e Alfa Romeo a cedere un sedile nelle PL1: “La prossima tappa, a Portimao, sarà su una pista nuova per tutti, quindi anche i top driver avranno bisogno di allenarsi. Poi ci sarà Imola, che si correrà solo su due giorni con solo una sessione di prove liebre, e poi ancora in Turchia su un altro circuito nuovo. In Bahrain ci sarà invece la chiusura del campionato di F2, quindi i ragazzi devono restare concentrati su quello. Molto probabilmente la prossima occasione sarà non prima di Abu Dhabi. Spiace aver mancato quest’opportunità ma non potevamo farci nulla”. Da valutare anche quanto potrebbe accadere con Robert Shwartzman, già annunciato in pista nelle PL1 di Yas Marina: a meno che non si decida di liberare anche uno dei due sedili Ferrari (nel caso, sarebbe quello di Vettel), potrebbe essere il giovane russo a perdere l’occasione per debuttare in F1 già quest’anno.


TAGS: formula 1 f1 GP germania haas mick schumacher ferrari driver academy Alfa Romeo Racing Callum Ilott EifelGP 2020 GP Eifel F1 Nurburgring