Pubblicato il 14/10/20

CONCORRENZA Troppa concorrenza per pochi sedili disponibili. Anche per un pilota veloce e stimato come Nico Hulkenberg, capace di raccogliere un ottavo posto il giorno dopo essere stato chiamato in extremis per rimpiazzare Lance Stroll sulla Racing Point. Il mercato piloti, che ha vissuto una clamorosa accelerazione in primavera in seguito al “terremoto” Vettel-Ferrari, adesso sembra attendere le prossime mosse. Quel che è certo è, però, che i volanti ancora liberi sono molto meno rispetto all’offerta, tra giovani in rapida ascesa (vedi Schumacher, Ilott e Tsunoda) e talenti affermati come Hulk e lo stesso Checo Perez…

F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: Nico Hulkenberg (Racing Point) entra di corsa nel paddock

RUOLO DI RISERVA Per il tedesco, terzo pilota di casa Racing Point clamorosamente interpellato già in ben tre weekend di gara – dapprima per la positività al Covid di Perez, poi per il malore di Stroll al Nurburgring – insomma non sarà certo semplice trovare un posto da titolare nel 2021 nonostante le ottime prestazioni mostrate quando chiamato in causa. “Il ruolo di riserva – ha spiegato Hulkenberg ad Auto Motor und Sportnon è quello che sto cercando per il 2021. Certe volte ti cercano, altre no, per questo la mia priorità è trovare un sedile da titolare per la prossima stagione”.

F1 GP Eifel 2020, Nurburgring: Nico Hulkenberg (Racing Point) prima della partenza

PILOTI DI QUALITÀ Nico ha poi aggiunto come la bella performance del Gp dell’Eifel (è stato eletto dal pubblico Driver of the Day) non dovrebbe cambiare le carte in tavola: “Sfortunatamente, è stata un po’ la stessa cosa anche dopo Silverstone. Forse la Formula 1 ha abbastanza piloti di qualità e non ha bisogno di me. Io sono qui ma è un processo che va avanti da un bel po’ di anni, c’è semplicemente un’eccessiva offerta per pochi posti disponibili. E poi ci sono anche piloti molto attraenti per certe squadre, soprattutto dal punto di vista finanziario”. Molto complessa, infine anche la strada Red Bull, nonostante il nome di Hulkenberg (e anche quello di Perez) siano spesso circolati per dare a Max Verstappen una seconda guida solida e d’esperienza, visto l’andamento altalenante di Gasly prima e Albon poi: “Quella è una strada difficile. Molto difficile”.


TAGS: formula 1 f1 GP germania nico hulkenberg mercato piloti Racing Point EifelGP 2020 GP Eifel F1 Nurburgring