Pubblicato il 12/09/20

QUASI UNA POLE Può quasi essere considerata come una pole position, la terza fila agguantata dalla Ferrari grazie all’ultimo giro in qualifica di Charles Leclerc. Certo, in un periodo di vacche magre, si è costretti ad accontentarsi di poco, ma è indubbio che il quinto posto di oggi vada al di là di ogni più rosea aspettativa in un weekend psicologicamente e prestazionalmente difficile come quello della celebrazione dei 1000 Gp al Mugello. E invece, dinanzi agli occhi attenti dell’amministratore delegato Louis Camilleri, presente in vista della festa di Piazza della Signoria a Firenze, Leclerc è stato bravo a tirar fuori dalla SF1000 il giro perfetto. E anche fortunato, con la bandiera gialla che ha impedito a tutti gli altri di migliorarsi nell’ultimo tentativo in Q3.

F1 GP Toscana 2020, Mugello: Charles Leclerc e Sebastian Vettel (Scuderia Ferrari)

CHARLES SORPRESO Insomma, un risultato inaspettato che ha lasciato sorpreso persino Leclerc, intervenuto ai microfoni di Sky Sport F1: “Abbiamo tirato fuori il massimo dopo due weekend molto difficili per tutta la squadra. Prima delle qualifiche pensavo che ce la saremmo giocata per la Q3 ma non credevo potessimo partire quinti. Sono contento, non credo che si potesse fare di più… Siamo passati da una pista a basso carico aerodinamico a una ad alta deportanza e questo weekend il bilanciamento era migliore. Sono soddisfatto, in qualifica mi è piaciuto il setup che abbiamo trovato, ma adesso dobbiamo trovare quella velocità pura che ci manca. In ottica gara il passo era così così, neanche troppo male. Tre o quattro macchine tra quelle dietro di noi andavano più veloci, sarà mio compito provare a tenerle dietro”.

F1 GP Toscana 2020, Mugello: Sebastian Vettel (Scuderia Ferrari)

ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA Non è invece riuscito ad agguantare la Q3, Sebastian Vettel. Eliminato nella seconda sessione, il tedesco è per tutto il weekend rimasto un po’ distante dalle prestazioni del compagno: “Entrare in Q3 era difficile, ma il primo e il secondo tentativo in Q1 sono stati abbastanza buoni. Poi però non sono più riuscito a migliorare, dobbiamo capire come mai. Non riesco a guidare bene la macchina ma proviamo a fare un passo alla volta. Oggi un altro piccolo passo in avanti, anche se domani sarà una gara difficile. Sorpassi? Non abbiamo mai corso qui, non sappiamo cosa potrà succedere. Bisogna aspettare per vedere se sarà davvero un trenino…”. Visto il quattordicesimo posto di partenza, c’è da sperare che anche in Formula 1 si vedano corse spettacolari come quelle delle categorie minori.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel f1 scuderia ferrari Charles Leclerc F1 Mugello GP Toscana Ferrari 1000 GP Toscana 2020 TuscanGP 2020