Pubblicato il 11/09/20

PENALITÀ Il venerdì di prove libere ha già un suo verdetto. Sergio Perez è stato infatti penalizzato di una posizione in griglia di partenza per l’incidente con Kimi Raikkonen che ha costretto la Direzione Gara a esporre la bandiera rossa nella seconda parte delle prove libere 2 del Gp di Toscana Ferrari 1000. Il messicano della Racing Point in uscita dalla pit-lane non ha lasciato strada all’Alfa Romeo, finendo per mandare in testacoda il collega finlandese e rompere l’ala anteriore disseminando pezzi di carbonio in pista. Una situazione che domenica si sarebbe potuta archiviare come mero incidente di gara, ma che in una sessione di free practice ha praticamente obbligato gli steward a intervenire.

F1 GP Toscana 2020, Mugello: Sergio Perez (Racing Point) con l'ala rotta dopo il contatto

LA SPIEGAZIONE Perez, che ha iniziato male il weekend con la notizia di doversi cercare un volante per la prossima stagione, sarà quindi sanzionato con una posizione di penalità nella griglia di partenza di domenica e con la decurtazione di un punto sulla Superlicenza Fia. “Abbiamo considerato – hanno spiegato i commissari – che ci fossero ragioni per alleggerire la penalità che solitamente è di tre posizioni in casi come questo. Tuttavia, riteniamo che una sanzione in griglia fosse comunque appropriata per la macchina numero 11, che è uscita dalla pit-lane ostacolando la numero 7, che si trovava in un giro veloce. Dunque Perez è totalmente responsabile per l’accaduto”.

CHECO NON CI STA Dal canto suo, Perez ha invece parlato della pericolosità dell’uscita dei box, ritenendola come principale causa per l’incidente con Raikkonen: “Credo che la linea bianca arrivi troppo in fondo e che non ci sia abbastanza angolo di sterzo per le macchine che escono. Ovviamente è un nuovo circuito, non abbiamo mai corso qui. Sapevo che c’era Kimi alle mie spalle ma non credevo che fosse così vicino, sfortunatamente non ho potuto evitarlo. Credo che dovremo riparlarne nel briefing per capire qual è la cosa migliore da fare”. Raikkonen, che in effetti ha chiuso la traiettoria convinto che Perez avrebbe alzato il piede, (non) ha spiegato così l’incidente: “L’ho visto uscire dai box e a un certo punto ho perso il controllo della macchina. Pensavo di essere davanti, non so bene cosa sia successo”.


TAGS: formula 1 kimi raikkonen f1 sergio perez Racing Point Alfa Romeo Racing F1 Mugello GP Toscana Ferrari 1000 GP Toscana 2020 TuscanGP 2020