McLaren replica alle accuse di Marko, Norris smentisce Verstappen
F1 2021

La McLaren e Norris smentiscono la Red Bull e Verstappen: "Guidiamo per noi stessi"


Avatar di Luca Manacorda , il 02/05/21

7 mesi fa - Botta e risposta tra i due team dopo le qualifiche del GP Portogallo

Botta e risposta tra i due team dopo le qualifiche di Portimao, con la Red Bull che ha accusato la McLaren di aiutare la Mercedes
Benvenuto nello Speciale PORTUGUESEGP 2021, composto da 18 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario PORTUGUESEGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

VELENO A PROFUSIONE Le qualifiche del GP Portogallo sono state macchiate dalle parole di Max Verstappen ed Helmut Marko dopo la bandiera a scacchi. Il pilota olandese ha pesantemente insultato via radio Lando Norris e Sebastian Vettel, colpevoli di averlo ostacolato durante il suo ultimo tentativo lanciato nella Q3, mentre il consigliere della Red Bull ha apertamente accusato la McLaren di aver aiutato la Mercedes, casa che da quest'anno fornisce nuovamente le power unit alla scuderia di Woking.

LO SGARBO DELLA ''SQUADRA MERCEDES'' Se lo sfogo di Verstappen è stato registrato come tutte le comunicazioni tra pilota e muretto, quello di Marko è avvenuto ai microfoni dell'emittente austriaca Servus Tv, dove ha parlato così della difficile Q3 del pilota Red Bull, partendo dal tempo cancellato dopo il primo tentativo: ''Ovviamente è frustrante quando si imposta il miglior tempo vederselo cancellare. Ma alla curva 4 ha preso una folata di vento da dietro e questo lo ha portato fuori. Ha perso tempo a causa di questo, non ha guadagnato. Poi, nel secondo run, a Lando Norris è stato detto di non fare alcun favore a Max. Molto sportivo da parte della squadra Mercedes. E poi con Seb, ovviamente, lui era impegnato con la sua macchina a tenerla in pista. È stato un po' sfortunato''.

VEDI ANCHE



Andreas Seidl (McLaren) Andreas Seidl (McLaren)

LA REPLICA MCLAREN Come trasmesso anche dalla diretta tv, la McLaren ha effettivamente avvisato Norris della presenza di Verstappen alle sue spalle impegnato nel giro lanciato, ma si è trattato di normale prassi e non di intenzione di danneggiarlo, come ha spiegato il team principal Andreas Seidl: ''Prima di tutto, dobbiamo metterlo in chiaro, guidiamo per noi stessi e per nessun altro. Il nostro obiettivo è arrivare più in alto possibile con le nostre due vetture. Immagino sia normale che, come fanno tutti - e per Max non era diverso - non si voglia dare a nessuno un rimorchio, perché è un vantaggio per l'altra macchina. Qualificarsi significa fare il tempo da soli, senza l'aiuto di nessun altro''.

NORRIS SORPRESO Insultato e accusato di gioco sporco, Norris è rimasto sorpreso di quando detto dalla sponda Red Bull sul suo conto: ''Non ho idea di cosa ho sbagliato. Ero sicuro di essere abbastanza avanti a lui e poi, quando l'ho lasciato passare, ero completamente a destra, sul lato opposto della pista, in seconda marcia e il più lento possibile. Non ho sentito né visto quello che è stato detto da loro. Non l'ho bloccato né fatto niente del genere. Non sono mai stato così vicino a lui''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 02/05/2021
PortugueseGP 2021
Logo MotorBox