Anteprima:

Nissan X-Trail 2007


Avatar Redazionale , il 23/03/07

14 anni fa - Rivoluzione in punta di piedi

Questa volta la squadra che vince, cambia e pure più di quel che sembra. La Suv della Nissan mette su una taglia ed esce dal Salone di Ginevra con il trucco rifatto e con molte novità anche sotto la pelle. Arriverà su strada in estate.

NIENTE RIVOLUZIONI Al momento di ristilizzare la X-Trail, i designer della Nissan hanno deciso di non stravolgere il look della serie precedente, con il risultato che un occhio distratto potrebbe scambiare la nuova serie per la vecchia. Questo almeno per il momento, ragionando sulla base delle foto e di quanto visto sulla passerella di Ginevra. In mezzo al traffico, magari con le due auto affiancate come in un confronto all'americana, anche i meno fisionomisti sarebbero facilitati.

UN TIPO QUADRATO La nuova X-Trail mantiene la sagoma del modello attuale, con un taglio molto squadrato e la linea di cintura quasi orizzontale. Altri elementi di continuità sono il montante posteriore molto massiccio e i fari sgranati, neanche scrutassero la strada temendo un ostacolo imprevisto. A osservare bene la carrozzeria, si notano però forme più scolpite dei parafanghi e dei passaruota. La coda ha invece un taglio leggermente più morbido.

E' CRESCIUTA Quello che le immagini non dicono è che le dimensioni crescono. Sistemata su un pianale imparentato con quello della Qashqai, con sospensioni anteriori McPherson e posteriori multilink montate su telaietti ausiliari, l'X-Trail 2007 vede lunghezza e passo crescere rispettivamente di 175 e 5 mm, per un totale di 4.630 e 2.630 mm. Le differenze si sentono, soprattutto a livello del bagagliaio. Quest'ultimo, complice anche il riposizionamento del silenziatore, è dotato di una soglia di carico bassissima e di un pratico cassetto che fa da doppiofondo. Considerando anche questo, l'altezza utile totale cresce di 127 mm, mentre il volume passa da 410 della prima edizione a 555 litri.

SALE IN ZUCCA Proprio l'arrivo della Qashqai, che strizza l'occhio a chi cerca un mezzo con una più spiccata vocazione stradale, permette di non rinunciare a una certa capacità fuoristradistisca come hanno fatto alcune rivali. Senza nulla togliere alle qualità stradali, la X-Trail si fa anzi più efficace nell'off-road, grazie a un'evoluzione del sistema All-Mode 4x4 che si fa più efficiente e diventa ora "i", ovvero intelligente. Tra i suoi fiori all'occhiello ci sono adesso il dispositivo di assistenza alla partenza in salita USS (Uphill Start Support) e il regolatore di velocità in discesa DDS (Downhill Drive Support). Il resto lo fanno angoli di attacco e di uscita di 26 e 23° e un'altezza minima da terra di 200 mm.

NON PIU' AL CENTRO Molte novità si segnalano anche nell'abitacolo, nobilitato dall'adozione di plastiche e rivestimenti più appaganti alla vista e al tatto. La plancia non ha più la strumentazione al centro, bensì in posizione classica, dietro il volante. Sopra la consolle c'è ora spazio per il grande schermo del navigatore satellitare, offerto in opzione come pure i fari allo xeno e le barre al tetto con proiettori supplementari integrati. In attesa che venga stilato il listino, si annunciano comunque parte della dotazione di serie il climatizzatore, il sistema Bluetooth e sei airbag.

SI FA IN QUATTRO Quanto infine al capitolo motori, la gamma X-Trail 2007 ne comprende quattro. A fare il pieno di ordini sono chiamati i due nuovi turbodiesel 2.0, gemelli pari cilindrata dCi della Renault e offerti in configurazione da 150 cv e 320 Nm oppure da 173 cv e 360 Nm. In entrambi i casi il cambio standard è un manuale a sei marce ma sulla versione meno potente si può richiedere un automatico, sempre a sei rapporti. Sul fronte a benzina ci sono invece un due litri da 140 cv e 189 Nm e un 2.5 da 166 cv e 230 Nm, quest'ultimo abbinato a un cambio a variazione continua CVT.


Pubblicato da Paolo Sardi, 23/03/2007
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox