(QUASI) NUDA Quindi è tutto vero, anche il fuoristrada simbolo del marchio Jeep si adatta ai mutamenti e sposa l'ibrido plug-in. Al CES 2020 la premiere mondiale di Wrangler 4xe, anche se è solo una premiere, per così dire, di facciata. Perché di Wrangler ''alla spina'' (vedi ''bocchettone'' di ricarica alla base del montante anteriore sinistro) ignoriamo ancora i contenuti tecnici, e per un'ibrida non è un dettaglio. Pazientiamo fino al Salone di Ginevra del prossimo marzo, godiamoci l'attesa, e spariamo qualche ipotesi, visto che le idee non mancano.

Jeep Wrangler 4xe, ecco come farà scorta di energia elettrica

L'INCOGNITA MOTORE Allo stand FCA al Consumer Electronics Show in scena a Las Vegas, Jeep Wrangler 4xe fa dunque compagnia a due volti (semi)noti come Renegade e Compass plug-in hybrid, a loro volta ancora senza identikit completo. Quasi certamente, Wrangler non adotterà comunque il 1.3 turbo benzina delle due sorelle piccole: serve una cubatura di partenza ben maggiore, candidato in pectore a svolgere funzione di motore a combustione interna è perciò il 2 litri turbo da 272 cv che equipaggia l'edizione per l'Europa. L'accoppiamento col motore elettrico spingerebbe l'asticella della potenza abbondantemente oltre 300 cv, e neutralizzerebbe il gap col massiccio ed energivoro V6 da 3,6 litri che negli Usa FCA utilizza sulla versione ibrida di Chrysler Pacifica. L'autonomia in elettrico supererà i 50 km (altrimenti addio competizione con i Suv tedeschi), il prezzo graviterà attorno a quota 60.000 euro. Ma prendete questi dati con le pinze. 


TAGS: jeep jeep wrangler ibrida ces 2020 jeep wrangler 4xe