Bosch al CES 2020: Lidar, Virtual Visor e monitoraggio abitacolo
CES 2020

Bosch al CES 2020. IoT e IA al servizio della guida autonoma


Avatar di Dario Paolo Botta , il 08/01/20

1 anno fa - CES 2020: Intelligenza Artificiale e Internet of Things made in Bosch

Al Consumer Electronics Show di Las Vegas, Bosch presenta il suo intero ecosistema intelligente pensato per la guida autonoma

Benvenuto nello Speciale CES 2020, composto da 17 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario CES 2020 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE NOVITÁ AL CES 2020 In occasione del Consumer Electronics Show di Las Vegas, Bosch rinnova il suo impegno nello sviluppo di nuove tecnologie basate sull’IoT (Internet of Things) e sull’IA (Intelligenza artificiale). Nel 2019, l’azienda tedesca ha investito qualcosa come 3,7 miliardi di euro nella creazione di nuovi software in grado di rispondere alle esigenze del settore automotive, della domotica e della produzione industriale. Al CES 2020 vengono presentati il nuovo sistema per il monitoraggio dell’abitacolo, il sensore Lidar e l’innovativo Virtual Visor.

ASSISTENTI INTELLIGENTI L’IA ricopre per Bosch un ruolo fondamentale per il raggiungimento degli standard di sicurezza richiesti per la guida autonoma di ultima generazione. In questo senso Bosch propone un intero ecosistema, fatto di sensori e dispositivi davvero all’avanguardia. Si parte dal sistema per il monitoraggio dell’abitacolo, che determina il numero di passeggeri a bordo e la loro posizione, regolando il funzionamento degli airbag in maniera intelligente e ottimizzandone l’efficienza. Il Lidar è invece un misuratore laser di distanza, che segnala al conducente ostacoli metallici, e non, sulla carreggiata. Insieme a telecamere e radar, il Lidar è la terza tecnologia indispensabile per il raggiungimento della guida autonoma. Chiude la carrellata il Virtual Visor, una telecamera intelligente capace di “leggere” il volto del guidatore. In questa maniera il sistema è in grado di capire se la luce esterna affatica la vista del conducente: all’occorrenza, il “cervellone” oscura il vetro del parabrezza.

VEDI ANCHE



Bosch Lidar al CES 2020 Bosch Lidar al CES 2020

NON SOLO AUTOMOTIVE Oltre ai tre sistemi sopra descritti, Bosch offre all’industria dell’auto ulteriori dispositivi di sicurezza intelligente, quali la frenata d’emergenza e il sensore di rilevamento stanchezza del conducente. Gli obiettivi di Bosch non si fermano però solo al settore automotive. Il produttore tedesco ha infatti già sviluppato il sistema SoundSee, installato sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), in grado di isolare e analizzare i rumori anomali sviluppati dalla base orbitante, segnalando, se necessario, l’intervento di manutenzione più adeguato. C’è spazio anche per la salute. Con Vivascope Bosch fornisce agli specialisti del settore medico una piattaforma smart per l’analisi dei fluidi ematici e corporei, capace di individuare patologie e malformazioni nei campioni prelevati.


Pubblicato da Dario Paolo Botta, 08/01/2020

ces 2020
Logo MotorBox