Anteprima

Audi RS Q3


Avatar Redazionale , il 18/04/12

9 anni fa - L'Audi RS Q3 prefigura una variante supersportiva della Q3

L'Audi RS Q3 che sfila al Salone di Pechino prefigura una variante supersportiva della Q3. Spinta da un motore 2.5 turbo da 360 cv, ha l'assetto ribassato di 25 mm.

AVANTI UN’ALTRA Con la sua sconfinata banca di organi meccanici, il Gruppo Volkswagen si può permettere il lusso non da poco di incrociare carrozzerie e motori dando periodicamente vita a nuove proposte allettanti. L’ultima in ordine di tempo è l’Audi RS Q3, una concept che calca la passerella di Pechino e che prefigura una possibile variante ipersportiva sulla base della più piccola delle crossover di Ingolstadt.

TRAPIANTO DI CUORE L’operazione prevede innanzi tutto un trapianto di cuore, con l’arrivo sotto il cofano del cinque cilindri 2.5 turbo TFSI dell’Audi TT RS plus, qui dotato di scatola filtro in alluminio e relativo condotto in acciaio, oltre che di testa rossa e cilindri numerati . Con i suoi 360 cv, promette una velocità massima di 265 km/h e un crono di 5,2 secondi nello 0-100, grazie anche all’efficienza del cambio a doppia frizione e a sette marce S-tronic.  A completare il reparto trasmissione c’è la trazione integrale permanente quattro, che qui tende a scaricare più coppia sulle ruote anteriori, pronta però a variare la ripartizione della forza motrice in base alle condizioni di grip delle varie gomme.

VEDI ANCHE



NEL BLU, DIPINTA DI BLU Con l’Audi RS Q3 anche l’occhio ha indubbiamente la sua parte. La carrozzeria è ammantata da un blu opaco con riflessi gialli chiamato Blu Ordos che contrasta con il nero delle numerose parti in CFRP, sigla che identifica la plastica rinforzata da fibra di carbonio. Il profilo migliore è probabilmente il tre quarti anteriore, che permette di apprezzare il nuovo fascione paraurti con le voraci prese d’aria divise in due parti e la mascherina single frame con una griglia a nido d’ape che crea un effetto tridimensionale, sottolineata dalla scritta quattro.

RASOTERRA Il lato B ha comunque un suo perché, complici soprattutto i terminali ovali annegati nel diffusore, un vero e  proprio classico di tutte le ultime RS. Per il resto meritano un’annotazione le luci scure, lo spoiler che sormonta il lunotto e i cerchi 8,5x20 gommati 255/30. Se la l’Audi RS Q3 sembra acquattata sull’asfalto non è solo per merito loro ma anche per un assetto sportivo, ribassato di 25 mm. Sotto il tetto in cristallo, anche l’abitacolo ha sfoggia un nuovo look, riprendendo comunque i colori dell’esterno. All’interno la pelle nera si alterna con l’Alcantara blu, mentre nel contagiri i numeri arabi sono sostituiti da scritte in cinese.


Pubblicato da Paolo Sardi, 18/04/2012
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox