Concept car

Audi RS5 TDI


Avatar di Luca Cereda , il 30/05/14

7 anni fa - La prima RS5 che dà una scossa alla turbina

Avete letto bene: Audi RS5 TDI. Perché a dare una mossa alla turbina, la più piccola di due, ci pensa un motore elettrico. Ecco come funziona questo V6 che è ancora un prototipo, ma non lo resterà per molto

DR JEKYLL Chiamatela pure “chirurgia esplorativa”. Audi ha varato un trapianto di cuore sulla sua RS5 dando vita a un inedito, e per ora unico, esemplare turbodiesel. Al posto del solito 4.2 V8 da 450 cv, su questa Audi RS5 TDI concept spinge un bel V6 3.0 TDI sovralimentato da due turbocompressori, per una potenza massima di 385 cv e 750 Nm. Ma le novità non finiscono qui: di mezzo c’è pure l’elettrico. Ecco come.

VEDI ANCHE



UNA SCOSSA ALLA TURBINA La sovralimentazione dell’Audi RS5 TDI concept è di tipo sequenziale, con una turbina più piccola che lavora ai bassi per ridurre il turbolag in attesa che entri in gioco la maggiore, con più inerzia, agli alti regimi. Fin qui tutto normale, se non fosse che la prima turbina, nell’occasione, è azionata in una prima fase da un motore elettrico; successivamente l’onere della sovralimentazione (della stessa turbina) passa ai gas di scarico, come di consueto. Il vantaggio di una simile soluzione è presto spiegato: la sovralimentazione parzialmente elettrica riduce ulteriormente la risposta del motore alle sollecitazioni del nostro piede destro. Questa unità, che pesa 192 chili in meno della versione che già conoscevamo del V6 TDI, non rimarrà “in provetta” ma dovremmo vederla presto su un modello di serie.


Pubblicato da Luca Cereda, 30/05/2014
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox